Coronavirus, in America Latina superati i 6.500 contagi

In Messico, Messe senza fedeli nella basilica di Guadalupe e in tutta l’arcidiocesi; lo stesso in Nicaragua. Cuba: 32mila turisti in isolamento,

Hanno superato quota 6.500 i contagi di Covid-19 in America Latina: alla giornata del 24 marzo, i casi positivi sono 6.523, Caraibi compresi. 93 i morti. In Brasile si sfiorano i 2mila contagi, con 34 decessi; in Ecuador i mille, con 18 vittime. Le positività salgono con una certa rapidità anche in Messico, Argentina e Colombia (tutti sopra i 300). A Cuba i 32mila turisti presenti nell’isola sono stati messi in isolamento.

coronavirus in brasileDal Messico, una decisione che era nell’aria, dopo la stretta decisa dal governo della Capitale: Messe celebrate senza fedeli nella basilica di Nostra Signora di Guadalupe, così come nelle altre parrocchie dell’arcidiocesi più popolosa al mondo. L’arcivescovo, il cardinale Carlos Aguiar Retes, in una nota, auspica che le celebrazioni possano essere trasmesse dai mass media e dai social network. «Chiedo ai parroci di provvedere alle misure sanitarie pertinenti e a tenere aperte le chiese nei soliti orari, in modo che i fedeli possano entrare e trovare conforto in questi tempi difficili», aggiunge il porporato.

Anche la Conferenza episcopale nicaraguense ha deciso di sospendere la celebrazione pubblica delle Messe. In un comunicato i vescovi invitano «tutti i settori della vita nazionale, senza eccezione, a prendere tutti i provvedimenti di prevenzione e protezione che sono necessari per proteggere il popolo da questa pandemia».

25 marzo 2020