Croce Rossa e Banco Farmaceutico contro lo spreco di farmaci

Firmata convenzione per recuperare i farmaci validi non scaduti da usare nelle attività dell’Unità di strada. Raccolta nelle farmacie aderenti

Firmata una convenzione per recuperare i farmaci validi non scaduti da utilizzare nelle attività dell’Unità di strada. La raccolta nelle farmacie aderenti 

Recuperare i farmaci validi non scaduti per poterli utilizzare nelle attività dell’Unità di Strada, presso i Centri di Assistenza per persone migranti e per equivalenti necessità dei Comitati Locali della Croce Rossa del territorio romano. Porterà a questo la convenzione firmata tra la Fondazione Banco Farmaceutico onlus e il Comitato Area metropolitana di Roma Capitale della Croce Rossa Italiana. Nelle farmacie che aderiscono al progetto, è presente un apposito contenitore in cui i cittadini possono depositare i medicinali di cui non hanno più bisogno.

I farmaci donati vengono ritirati dagli enti assistenziali che, come Croce Rossa Italiana – hanno siglato la convenzione. È possibile donare medicinali con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione originale integra. Sono esclusi i farmaci che richiedono conservazione a temperatura controllata, quelli ospedalieri (fascia H) e quelli appartenenti alla categoria delle sostanze psicotrope e stupefacenti.

A Roma l’iniziativa di Banco Farmaceutico – promossa con la collaborazione di Roma Capitale, Farmacap, Ama, Mediolanum Pharmae attiva in 53 farmacie – ha consentito il recupero di 62.214 farmaci per un valore economico pari a 827.949 euro. A livello nazionale, ad oggi, sono stati recuperati 212.211 farmaci per un ammontare complessivo pari a 2.766.613 euro.

«La carità inizia nelle nostre case. Possiamo prenderci cura degli altri con un gesto semplice; per combattere lo spreco farmaceutico e aiutare un povero è sufficiente controllare dentro i nostri armadietti medicinali. Pochi secondi del nostro tempo possono contribuire a salvare una persona» afferma Leonardo Taglianetti, presidente dell’Associazione Banco Farmaceutico Roma onlus.

«L’attenzione ai più fragili e la capillare presenza sul territorio che contraddistinguono Croce Rossa ci rende certi del fatto che la sua adesione al Recupero Farmaci Validi rafforzerà l’efficacia dell’iniziativa, permettendo a tanti indigenti in più di potersi curare. La Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma collabora attivamente con il Banco Farmaceutico nell’importante lavoro di redistribuzione dei farmaci. Il Comitato gestisce direttamente 10 farmacie raccogliendone periodicamente i farmaci inserviti lasciati dai cittadini negli appositi bidoni. Dopo la raccolta i farmaci vengono inventariati e quelli ritenuti utili sono messi a disposizione delle attività istituzionali del Comitato», fa presente Michele Bonizzi, direttore sanitario Croce Rossa di Roma.

7 luglio 2016