Da Acs un milioni di Rosari della Terra Santa per la Gmg di Panama

Le coroncine donate dalla fondazione pontificia ai ragazzi che parteciperanno all’evento. L’arcivescovo Mendieta: «Iniziativa che incoraggia la preghiera e sostiene i nostri fratelli di Betlemme»

Un’iniziativa «essenziale». L’arcivescovo di Panama José Domingo Ulloa Mendieta definisce così il dono che la fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) ha riservato ai giovani che partecipano alla Giornata mondiale della gioventù di Panama: un milione di coroncine del rosario realizzate dagli artigiani cristiani di Betlemme. «Essenziale – spiega il presule – perché da un lato incoraggia la preghiera e dall’altro contribuisce a sostenere i nostri fratelli in Terra Santa».

Acs ha investito nel progetto 100mila euro. «Un dono già di per sé prezioso», commenta il direttore di Acs Italia Alessandro Monteduro, reso «ancor più speciale» dal fatto che i rosari sono stati realizzati dagli artigiani di Betlemme, «i quali grazie a questa iniziativa hanno ricevuto un aiuto determinante a sostegno della presenza cristiana nella città in cui è nato Gesù». Al momento infatti, illustrano da Acs, sono oltre 350mila i cristiani che hanno abbandonato Betlemme dalla creazione dello Stato di Israele nel 1948. Un’emorragia che è strettamente legata alle difficoltà economiche e all’alto tasso di disoccupazione tra i cristiani, i quali trovano nel settore turistico, sempre più in crisi, e  nella produzione di articoli sacri le uniche forme di impiego. «L’arte di realizzare manufatti in madreperla o in legno di ulivo è un’antica tradizione importata dai padri francescani nel XV secolo – aggiunge Monteduro – e oltre ad essere un importantissimo mezzo di sostentamento, consente ai cristiani di esprimere la propria fede».

Alla realizzazione dei Rosari per la Gmg di Panama hanno lavorato per diversi mesi circa 200 famiglie, che ora saranno sostenute per un intero anno. «Sono grate del supporto ricevuto, ma soprattutto sono felici di sapere che centinaia di migliaia di ragazzi a Panama pregheranno per la pace, recitando il Rosario con le coroncine da loro realizzate», continua Monteduro. Quella dei Rosari però non è l’unica iniziativa sostenuta da Aiuto alla Chiesa che soffre in occasione della Gmg. Come già accaduto nelle precedenti edizioni, la fondazione ha portato aventi diversi progetti legati a Panama 2019, che comprendono la distribuzione di migliaia di Youcat e Docat in diverse lingue e il finanziamento delle spese di viaggio per ragazzi appartenenti a diocesi in difficoltà.

22 gennaio 2019