“Donne che seminano semi di pace”: incontro interreligioso verso l’8 marzo

L’iniziativa promossa da Umofc e dicastero per il Dialogo interreligioso in programma il 5 marzo, online. Ad alternarsi come relatrici, donne di diverse tradizioni religiose

“Donne che seminano semi di pace e coltivano l’incontro”: questo il tema dell’incontro ecumenico e interreligioso promosso dall’Unione mondiale delle organizzazioni femminili cattoliche (Umofc), in collaborazione con il dicastero per il Dialogo interreligioso, per martedì 5 marzo. Un evento online, per celebrare in chiave interreligiosa la Giornata internazionale della donna 2024. Appuntamento dalle 15 alle 16.30, ora di Roma.

L’evento, spiegano i promotori, riunirà donne provenienti da diversi contesti religiosi per riflettere sul ruolo cruciale che le donne di fede svolgono nella costruzione di una cultura di pace e di incontro, a partire dal messaggio del Papa per la  Giornata mondiale della pace. «Nelle situazioni di guerra e conflitto che il mondo sta vivendo, le donne e le ragazze sono quelle più danneggiate, quelle che soffrono di più – dichiarano in una nota -. I conflitti dovuti a ragioni politiche o a disastri climatici lasciano spesso le donne alla guida delle loro famiglie, diventando le più discriminate. Con la loro resilienza e capacità di ascolto, le donne sono in grado di essere costruttrici di pace e di dialogo».

Ad aprire l’appuntamento, l’intervento del cardinale Miguel Ángel Ayuso Guixot, prefetto del dicastero per il Dialogo interreligioso, e di Monica Santamarina, presidente generale dell’Umofc. La tavola rotonda sarà animata poi da relatrici appartenenti a diverse tradizioni religiose. Prevista la traduzione simultanea in inglese, spagnolo, francese e italiano.

1° marzo 2023