Elemosineria apostolica: seconda dose di vaccino anti Covid a 600 poveri

Il richiamo nel giorno dell’onomastico del Papa, il 23 aprile, con una «sorpresa» offerta dal pontefice. La campagna iniziata durante la Settimana Santa

Nel giorno dell’onomastico di Francesco, oggi, 23 aprile – memoria liturgica di san Giorgio Martire -, «i poveri saranno ancora al centro dell’attenzione del Santo Padre». Lo annuncia l’Elemosineria apostolica, in una nota in cui riferisce che «un gruppo di 600 persone, tra le più fragili ed emarginate, riceveranno nell’Aula Paolo VI, in Vaticano la seconda dose del vaccino contro il Covid-19». Si tratta, spiegano dalla Santa Sede, di uomini e donne che fanno parte dei circa 1.400 beneficiari della campagna vaccinale iniziata durante la Settimana Santa  dall’Elemosineria, in collaborazione con altre associazioni.

«Oltre a ricevere il vaccino – si legge ancora nel comunicato -, le persone parteciperanno alla festa per l’onomastico di Papa Francesco con una sorpresa offerta dal pontefice. Ancora, «l’Elemosineria apostolica coglie questa occasione per ringraziare per la loro generosità le tante persone e realtà che hanno partecipato all’iniziativa “Vaccino sospeso”, permettendo, con un piccolo gesto di prossimità, a Paesi altrimenti impossibilitati di accedere al vaccino».

23 aprile 2021