Gianfranco Mammì nuovo vicedirettore dello Ior

La nomina, «con effetto immediato», voluta dal Consiglio di sovrintendenza e approvata dalla Commissione cardinalizia di vigilanza e dall’Aif

La nomina, «con effetto immediato», voluta dal Consiglio di sovrintendenza e approvata dalla Commissione cardinalizia di vigilanza e dall’Aif

Designato dal Consiglio di sovrintendenza dell’Istituto per le opere di religione (Ior) il nuovo vice presidente: è Gianfranco Mammì, nominato «con effetto immediato» e con un mandato «a tempo indeterminato», con l’approvazione della Commissione cardinalizia di vigilanza e dell’Aif. Nella sua nuova posizione di vicedirettore, si legge nel comunicato stampa che annuncia la novità in seno all’Istituto, «Mammì risponde al Consiglio di Sovrintendenza ed è responsabile, in via congiunta con il direttore generale Rolando Marranci, di tutte le attività operative». Marranci, si precisa nel testo, rimarrà direttore generale dello Ior «per un congruo periodo di tempo».

Gianfranco Mammì, 59 anni, ha iniziato la sua carriera allo Ior nel 1992 svolgendo le mansioni di cassiere. Negli ultimi 23 anni ha maturato una vasta esperienza in diverse posizioni, lavorando con i clienti italiani e latino-americani dell’Istituto in veste prima di Client Relationship manager e poi di vice responsabile dell’Ufficio Successioni. Più di recente ha prestato servizio in qualità di responsabile dell’Ufficio acquisti. Secondo il Consiglio di Sovrintendenza, «questa nomina esprime la volontà del Consiglio di promuovere lo sviluppo delle potenzialità professionali del personale interno. Ciò è tanto più importante nella fase attuale, nella quale lo Ior è concentrato nel mettere in atto profondi miglioramenti nei prodotti e servizi offerti».

9 marzo 2015