Giornata europea della cultura ebraica, appuntamento il 6 settembre

L’iniziativa, alla 21ª edizione, in 32 Paesi e 90 località italiane, per scoprire storia, luoghi e tradizioni di una minoranza presente in Italia da oltre duemila anni

32 Paesi europei e oltre 90 località italiane in 16 regioni, da nord a sud alle isole, ospitano domenica 6 settembre la 21ª Giornata europea della Cultura ebraica. Capofila per l’Italia, per la prima volta, Roma, dove si inaugurerà ufficialmente l’appuntamento annuale che invita a conoscere l’Italia ebraica, con centinaia di iniziative declinate quest’anno soprattutto in modalità digitale, modulate per rispettare appieno la normativa in vigore in materia di contenimento del Covid-19.

«Dai percorsi nelle Sinagoghe, nei musei e nei quartieri ebraici agli incontri d’autore, dalla musica alla letteratura, dall’arte agli eventi per bambini, un’occasione – si legge nella nota di presentazione dell’Ucei, l’Unione delle Comunità ebraiche in Italia – per conoscere meglio vita e tradizioni di una minoranza presente in Italia da oltre duemila anni. A partire proprio dal grande patrimonio storico e culturale della Comunità ebraica di Roma, la più grande d’Italia e la più antica della Diaspora». A fare da filo conduttore, il tema “Percorsi ebraici”. L’obiettivo, spiegano dall’Ucei, è invitare tutti «a conoscere gli itinerari storici, artistici, archeologici e culturali ebraici italiani, tra i più suggestivi al mondo, dalle grandi alle piccole Comunità ai centri in cui non c’è più una presenza ebraica strutturata, ma dove sono presenti siti e testimonianze di grande interesse».

Maggiori informazioni e approfondimenti sono online sul sito dell’Ucei, quest’anno arricchito con “virtual tour”, sezioni video, gallery fotografiche e mappe interattive. Sono inoltre attive, e continuamente aggiornate, le pagine Facebook e Instagram, dove saranno visibili dirette, lezioni, incontri e percorsi in streaming.

23 luglio 2020