Giornata insegnanti: il kit di Unhcr sul tema dei rifugiati

Programmi per le lezioni, attività, video e altri materiali per spiegare a bambini e ragazzi il fenomeno delle migrazioni forzate e le sue complessità

Chi sono i rifugiati? Cosa si intende per migrante? Qual è la differenza tra queste due categorie e perché è importante? Chi sono i richiedenti asilo? Cosa si intende con l’espressione “sfollati interni”? Nella Giornata mondiale degli insegnanti, oggi, 5 ottobre, Unhcr Italia lancia un kit di strumenti pensato per sostenere l’insegnamento sul tema dei rifugiati nelle scuole italiane. Programmi per le lezioni, attività, video e altri materiali su rifugiati, asilo, migrazione e apolidia per l’istruzione primaria e secondaria. L’obiettivo: aiutare gli insegnanti a spiegare ai loro studenti il fenomeno delle migrazioni forzate e le sue complessità.

«In un momento in cui il numero di persone in fuga da guerre, violenze e persecuzioni ha raggiunto un livello record e con i media e internet che abbondano di informazioni sull’argomento, diventa quanto mai necessario comprendere la condizione di chi è stato costretto ad abbandonare la propria casa, anche per poterlo accogliere quando arriva», spiega Chiara Cardoletti, rappresentante Unhcr per l’Italia, la Santa Sede e San Marino. «Una società che sa accogliere e includere è una società che sa proteggere. In questo senso, il kit per gli insegnanti è anche un’importante strumento di protezione», aggiunge.

Nello specifico, il Kit è composto inizialmente da una serie di animazioni video, “Le parole contano”, spiegando anche da dove provengono i rifugiati e dove si trovano, quali sono i loro diritti e quali organizzazioni forniscono loro assistenza. Successivamente vengono offerti agli insegnanti tre pacchetti completi di materiali didattici adatti alle varie fasce d’età: i pacchetti per la scuola primaria si focalizzano sull’apprendimento di abilità socio-emotive e propongono esclusivamente contenuti adatti a questa fascia d’età. I pacchetti per la scuola secondaria ampliano la terminologia relativa a rifugiati, asilo e migrazione e propongono attività di classe volte all’approfondimento dei saperi, alla costruzione dell’empatia, alla comprensione di fatti e cifre e, infine, allo sviluppo del pensiero critico. Gli studenti sono anche incoraggiati a fare ricerche e ad agire per sostenere i rifugiati stessi, se lo desiderano.

Insegnare il tema dei rifugiati“: questo il titolo del kit, adattato in italiano e altre lingue dalla versione originale in inglese sviluppata dall’Agenzia Onu per i i rifugiati a livello globale. Per informazioni: scuola@unhcr.org.

5 ottobre 2021