“Non si tratta solo di migranti”. Questo il tema scelto per l’edizione numero 105 della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che si celebra domenica 29 settembre. La notizia arriva dalla Sezione migranti e rifugiati del dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale. Con questo tema, si legge nella nota, «Papa Francesco intende sottolineare che i suoi ripetuti appelli a favore dei migranti, dei rifugiati, degli sfollati e delle vittime della tratta devono essere compresi all’interno della sua profonda preoccupazione per tutti gli abitanti delle periferie esistenziali. L’affamato, l’assetato, il forestiero, l’ignudo, il malato e il carcerato che bussa oggi alla nostra porta – continua il comunicato – è Gesù stesso che chiede di essere incontrato e assistito».

Per favorire «un’adeguata preparazione» alla celebrazione della Giornata, la Sezione migranti e rifugiati del dicastero vaticano darà inizio in questo mese di marzo a una campagna di comunicazione che proporrà, a cadenza mensile, riflessioni, materiale informativo e sussidi multimediali, con l’intenzione di promuovere l’approfondimento del tema scelto dal Papa, attraverso approcci diversificati.

4 marzo 2019