Giornate europee del patrimonio, appuntamento il 20 settembre

Musei capitolini a 1 euro e aperti fino alle 24. Stesso orario per le strutture comunali appena rese gratuite. Fruibili anche molti siti archeologici. Il sindaco: «Al lavoro per un programma di visite pensato per tutti»

Musei Capitolini, Ara Pacis, Centrale Montemartini, Mercati di Traiano, Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma, Galleria d’Arte Moderna. E ancora, Macro, Macro Testaccio, Villa Torlonia – Casina delle Civette, Museo di Roma in Trastevere. Sabato 20 settembre saranno aperti fino alle 24 al costo di 1 euro. Anche Roma Capitale aderisce infatti all’iniziativa delle Giornate europee del Patrimonio, voluta dal Consiglio d’Europa. Ad annunciarlo il sindaco Ignazio Marino e l’assessore capitolino alla Cultura Giovanna Marinelli. «Abbiamo accolto l’invito del presidente dell’Anci Piero Fassino e del Mibact», dichiara Marinelli.

Ugualmente prolungato fino alle 24 l’orario dei musei appena resi gratuiti: Villa di Massenzio, Museo delle Mura, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo Pietro Canonica, Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, Museo Napoleonico, Museo Carlo Bilotti. Non solo musei, però, nelle Giornate europee del Patrimonio. Sabato 20 settembre infatti saranno fruibili anche molti dei siti archeologici di Roma Capitale. «Siamo al lavoro con la Sovrintendenza capitolina per offrire in quella giornata un programma di visite e attività didattiche pensato per tutti, grandi e piccoli, che renderemo noto nei prossimi giorni – precisano ancora sindaco e assessore -. Questa giornata è una delle tante opportunità che stiamo realizzando e porteremo avanti per permettere a tutti di godere dell’inestimabile patrimonio artistico di cui Roma dispone».

9 settembre 2014