Giubileo 2025, lavori in corso

Il punto sulle opere previste per l’Anno Santo con l’assessore Segnalini (Lavori pubblici e infrastrutture). Gli interventi in aree come il piazzale antistante la basilica di San Giovanni in Laterano, piazza Pia e piazza della Repubblica. «Rispetteremo le scadenze»

Il Giubileo è un evento di grande valore religioso che offre anche l’occasione per migliorare la vita dei cittadini e rendere Roma più ospitale per i turisti. Un nuovo piano di interventi sta per ridisegnare il volto della città. Con un investimento di 150 milioni di euro saranno riqualificate aree come piazza San Giovanni in Laterano, piazza Pia, Ponte dell’Industria, piazza della Repubblica, la viabilità di collegamento tra la A1 e Tor Vergata. L’obiettivo, come sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici e alleinfrastrutture di Roma Capitale Ornella Segnalini, è «consegnare ai cittadini, e non solo ai turisti, una città completamente nuova. Opere di grande valore che miglioreranno la vivibilità e creeranno nuove opportunità. Rispetteremo tutte le date di scadenza dei lavori per garantire ai romani di godere al più presto dei benefici di questa trasformazione».

Il progetto di riqualificazione del piazzale antistante San Giovanni in Laterano prevede l’incremento del verde e la realizzazione di fontane a raso. «Saranno attivate in ore alterne per rinfrescare l’ambiente e contrastare il fenomeno dell’isola di calore – prosegue Segnalini -. Oltre alla vasca di ricircolo per le fontane, il progetto include la realizzazione di una vasca di laminazione che avrà la funzione di raccogliere l’acqua piovana in caso di forti precipitazioni, evitando allagamenti e garantendo un deflusso graduale verso la fognatura. Si tratta di una soluzione innovativa che coniuga la tutela dell’ambiente con la sicurezza idraulica della piazza». Il progetto combina quindi la sostenibilità ambientale con la gestione delle risorse idriche.

Nuovo look per il Ponte dell’Industria, che offrirà «maggiore sicurezza e funzionalità a pedoni, ciclisti e mezzi di trasporto – afferma ancora l’assessore -. I lavori di restauro procedono nel pieno rispetto del valore storico e architettonico di quest’opera di archeologia industriale. L’intervento, reso necessario dall’aumento del carico massimo da 3,5 a 22 tonnellate, ha visto il rinforzo dei piloni esistenti, preservando al contempo i caratteristici capitelli in ghisa».

Piazza Pia diventerà un’oasi quasi interamente pedonale da Castel Sant’Angelo fino a piazza del Risorgimento. Una riqualificazione urbana è in atto nella zona che comprende piazza della Repubblica, piazza dei Cinquecento e aree limitrofe. Il progetto, articolato in diverse fasi, è iniziato nel 2021 con l’indizione di un concorso, vinto da un raggruppamento di imprese, per il rifacimento del piazzale antistante la Stazione Termini. Roma Capitale si occupa, con Anas, della riqualificazione di piazza della Repubblica e delle aree circostanti. Un’area pedonale collegherà viale Luigi Einaudi e viale Enrico De Nicola con vista sulle Terme di Diocleziano, saranno riqualificati i Giardini Dogali e allestite nuove bancarelle per i libri.

Vi è poi un piano straordinario di manutenzione e riqualificazione delle strade, con interventi per oltre 300 milioni di euro, a partire dal rifacimento della passeggiata all’Aventino, nella zona tra Clivo dei Publicii e piazza dei Cavalieri di Malta, di via dei Cerchi, via di San Teodoro, le strade del borgo e dell’area vaticana. Segnalini ricorda che non ci sono solo i fondi del Giubileo. Con quelli del Pnrr per i Piani urbani integrati (Pui) e quelli del Programma innovativo per la qualità urbana (Pinqua) «presto avranno un volto nuovo anche Tor Bella Monaca, Corviale e Santa Maria della Pietà dove stiamo facendo importanti opere di riqualificazione in stretta sinergia con i cittadini ».

11 giugno 2024

Ornella Segnalini