Marciante vescovo di Cefalù

La nomina è stata comunicata dal vicario Angelo De Donatis. Contemporaneamente la notizia è stata annunciata nella Curia siciliana dal vescovo Manzella. Dal 2009 era ausiliare del settore Est

Monsignor Giuseppe Marciante, 66 anni, ausiliare di Roma per il settore Est, è il nuovo vescovo di Cefalù. La nomina del Papa è stata comunicata a mezzogiorno di oggi, venerdì 16 febbraio, dal vicario generale della diocesi Angelo De Donatis nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Lateranense ai parroci prefetti e al personale del Vicariato. Contemporaneamente la notizia è stata diffusa dalla Sala stampa della Santa Sede e annunciata nella Curia di Cefalù dal vescovo Vincenzo Manzella, che ha presentato le dimissioni per raggiunti limiti di età (ha compiuto 75 anni il 16 novembre 2017).

Monsignor Marciante, nato a Catania il 16 luglio 1951. Ha compiuto gli studi filosofici e teologici presso lo Studio Teologico San Paolo di Catania. Ha conseguito la Licenza in Missionologia alla Pontificia Università Gregoriana. È stato ordinato sacerdote il 5 ottobre 1980 per l’arcidiocesi di Catania. Il primo luglio 1993 si è incardinato nella diocesi di Roma. Dal 1980 al 1986 è stato vicario parrocchiale di Santa Maria in Ognina dal 1980 al 1986; vicario parrocchiale di Santa Maria in Cibali, nell’arcidiocesi di Catania; parroco di San Giuseppe, nella diocesi di Albano, dal 1987-1989.

Nel 1998 è Assistente Nazionale ecclesiastico dell’Associazione di donatori di sangue Fratres e nel 1989 diventa parroco di San Romano Martire. Nel 1995 è stato nominato prefetto della XII Prefettura e dal 2008 è Membro del Collegio dei Consultori e del Consiglio Presbiterale Diocesano di Roma. Nel 2001 è stato nominato cappellano di Sua Santità. Nominato vescovo titolare di Tagora ed ausiliare di Roma il primo giugno 2009, ha ricevuto la consacrazione episcopale l’11 luglio successivo. Nella diocesi di Roma ha ricevuto l’incarico della cura pastorale del settore Est.

 

16 febbraio 2018