I 90 anni di Liliana Segre

La telefonata di Mattarella: «Alta e preziosa testimonianza contro odio e violenza, in difesa dei diritti di tutti e nel rifiuto di ogni discriminazione»

Compie 90 anni la senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz e testimone della Shoah italiana, soprattutto tra le giovani generazioni. Il presidente della Repubblica, informano dal Quirinale, le ha telefonato, «formulandole auguri affettuosi» e ringraziandola «per la sua alta e preziosa testimonianza contro l’odio e la violenza, in difesa dei diritti di tutti e nel rifiuto di ogni discriminazione».

Nominata senatrice a vita il 19 gennaio 2018 proprio da Mattarella, «per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale», nell’80° anniversario delle leggi razziali fasciste, come primo atto legislativo ha proposto l’istituzione di una Commissione parlamentare di indirizzo e controllo sui fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza, con il sostegno dei colleghi senatori a vita Renzo Piano ed Elena Cattaneo. Il 30 ottobre 2019 il Senato della Repubblica, con 151 voti favorevoli e 98 astensioni ha approvato la mozione che istituisce la commissione, specificandone compiti e funzionamento.

10 settembre 2020