I primi 10 anni della Casa dei Teatri

Era il settembre 2004 quando nel Villino Corsini di Villa Pamphilj nasceva l’istituzione, voluta e gestita dal Campidoglio. 48 le mostre allestite, 150 gli eventi; ancora, 28 laboratori e 62 reading. In tutto, registrati 112.535 visitatori

Compie 10 anni la Casa dei Teatri di Roma Capitale, nata nel settembre 2004 nel Villino Corsini di Villa Pamphilj, voluta e gestita dal Campidoglio con l’Istituzione Biblioteche, Zètema e il municipio XII. Dieci anni investiti nel promuovere e divulgare la cultura teatrale tra i romani, mediando tra enti, operatori e artisti, anche attraverso legami e collaborazioni con accademie, università e case editrici. A raccontarli, bastano i numeri: 48 le mostre messe in piedi, per un totale di 96.347 visitatori; oltre 150 gli eventi tra presentazioni di libri e riviste, incontri, conferenze e convegni; 28 laboratori e workshop; 62 reading. In tutto, hanno visitato la Casa di Villino Corsini 112.535 persone.

All’interno della Casa si trovano la biblioteca della Case dei Teatri con il Fondo Giancarlo Sbragia (7mila volumi, 4mila tra manifesti e locandine, 1.800 tra programmi di sala e libretti d’opera, 640 copioni teatrali e quasi 300 annate complete e rilegate delle più prestigiose riviste di teatro); e, al secondo piano, la Biblioteca del Cinema “Umberto Barbaro” con più di 10mila libri, raccolte di periodici a partire dal dopoguerra, annate di riviste straniere, 15mila fotografie, copioni e soggetti di film girati, trattamenti e sceneggiature di film mai realizzati, tutto in libera consultazione.

Da due anni è ospite della Biblioteca Casa dei Teatri anche il Centro nazionale di Drammaturgia italiana contemporanea, con una intensa attività di seminari e conferenze. Di qui sono passati, tra gli altri, Franca Rame e Dario Fo, l’Odin Teatret e Ascanio Celestini, Moni Ovadia, Arnoldo Foà, Rossella Falk, Franca Valeri, Enrico Maria Salerno e Aroldo Tieri.

Per informazioni è possibile consultare la pagina web della Casa dei Teatri.

1° ottobre 2014