Il “6 Nazioni” torna a Roma

Il 5 febbraio Italia in campo contro la Francia all’Olimpico, con il turno inaugurale che mette in palio il Trofeo Garibaldi. Attesi 35mila spettatori. Ingresso gratis ai Capitolini

Italia e Francia inaugurano, il prossimo 5 febbraio, il Guinnes Sei Nazioni, con il turno inaugurale che mette in palio il “Trofeo Garibaldi” e la Francia che si accinge a ospitare in autunno, da favorita, la Rugby World Cup.

L’evento è stato presentato nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini alla presenza dei rappresentanti di Roma Capitale, della Federazione Italiana Rugby, di Sport e Salute e del capitano degli Azzurri Michele Lamaro. Lo Stadio Olimpico, la Sala della Protomoteca e la Terrazza Caffarelli, tre luoghi simbolo di Roma, ospiteranno le cene ufficiali post-partita del 5 e 25 febbraio e dell’11 marzo, rafforzando ulteriormente il legame tra la Nazionale e Roma e aprendo le bellezze della Capitale alle delegazioni di Francia, Irlanda e Galles. La novità: lo spostamento delle partite dal Flamino all’Olimpico, che permetterà al Torneo di passare da 23mila a 35mila spettatori, soddisfacendo una domanda di partecipazione in crescita costante.

Dopo il primo test, l’Italia incontrerà da padrona di casa prima l’Irlanda, il 25 febbraio, e poi il Galles, l’11 marzo. In occasione di ognuno dei match, mostrando i biglietti di gara sarà possibile accedere gratuitamente ai Musei Capitolini,  informano dal Campidoglio.

Per maggiori informazioni e per l’acquisto dei biglietti è possibile consultare il sito della Federazione italiana rugby.

19 gennaio 2023