Il Papa all’Onu: le nazioni promuovano pace e dignità umana

Letto dall’arcivescovo Bernardito Auza, osservatore permanente della Santa Sede, il messaggio di Francesco per l’apertura della sessantanovesima sessione plenaria dell’Assemblea delle Nazioni Unite, a firma del cardinale Pietro Parolin

Un incoraggiamento a tutte le nazioni a promuovere la dignità di ogni persona. È il messaggio inviato da Papa Francesco all’Assemblea delle Nazioni Unite in occasione dell’apertura della sessantanovesima sessione plenaria, ieri, mercoledì 24 settembre. A leggerlo, l’arcivescovo Bernardito Auza, osservatore permanente della Santa Sede all’Onu di New York.

Nel documento, a firma del cardinale Pietro Parolin, il Pontefice auspica che le soluzioni ricercate dalla comunità internazionale «promuovano la pace tra i popoli» e che si contrasti la povertà attraverso uno spirito di fraternità che condivide gioie e sofferenze. Ancora, Francesco assicura all’Assemblea dell’Onu la sua vicinanza spirituale e spera che questa sia un’occasione di «maggiore comprensione e cooperazione tra le delegazioni» degli Stati per «il bene della comunità globale e al servizio di una pace duratura e della prosperità per ogni popolo».

25 settembre 2014