Il Papa: «Non ho invitato io il sindaco Marino»

La risposta di Francesco alla domanda di un giornalista nel volo di ritorno dagli Stati Uniti verso Roma. Le reazioni del mondo politico

La risposta di Francesco alla domanda di un giornalista nel volo dagli Stati Uniti verso Roma. Le reazioni del mondo politico

«Io non ho invitato il sindaco Marino. Chiaro? Io non l’ho fatto. Ho chiesto agli organizzatori, e neppure loro l’hanno invitato. Lui è venuto, lui si professa cattolico, è venuto spontaneamente». Così il Papa, nel volo di ritorno da Philadelphia a Roma, ha risposto alla domanda di un giornalista di Sky News che gli chiedeva se fosse stato lui a invitare il sindaco di Roma nella città statunitense che ha ospitato l’Incontro mondiale delle famiglie. Secca la replica del Papa, accompagnata dal chiarimento che nessun invito è arrivato neppure dagli organizzatori del meeting.

Il nuovo viaggio oltreoceano del sindaco della Capitale, a poche settimane dalle vacanze trascorse proprio negli Stati Uniti, aveva già suscitato reazioni polemiche da parte di molti, a cominciare dall’opposizione in Campidoglio. Marino aveva sostenuto di essere stato invitato dalle autorità della città americana; dalle istituzioni di Philadelphia è però arrivata la precisazione secondo cui sarebbe stata un’università locale a ospitare il sindaco, relatore a una conferenza.

Dal Campidoglio un doppio chiarimento, prima con un comunicato stampa poi con un messaggio video di Marino su Facebook. «Nessuno – si legge nella nota – ha mai detto di essere stato invitato da Papa Francesco. Il tutto nasce da una domanda sbagliata nei presupposti e forse posta con l’intenzione di suscitare polemica». E sul social network il sindaco precisa: «Io sono stato invitato dal sindaco di Philadelphia e dal vescovo a giugno». E parla di polemiche «create ad arte per danneggiare l’immagine di Roma», addirittura «disturbando il Santo Padre».

Ma le reazioni politiche, anche questa volta, non si sono fatte attendere. Se il presidente del Pd e commissario del partito romano Matteo Orfini ritiene che ci sia «un’esagerazione per qualsiasi cosa riguardi Marino» perché il sindaco «non ha mai detto di essere stato invitato dal Papa», tutte le forze di opposizione tornano all’attacco. Il vicepresidente leghista del Senato, Roberto Calderoli, sottolinea che Marino è stato «smentito dal Papa» e ne chiede le dimissioni; il segretario di Scelta civica Enrico Zanetti definisce il sindaco «un pericolo reputazionale permanente». Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia e possibile futuro candidato sindaco di Roma, parla di «Marino imbucato speciale». Per Roberta Lombardi, del Movimento 5 Stelle, «di animatori turistici a Roma ne abbiamo avuti abbastanza».

29 settembre 2015