La “Befana itinerante” di Salvamamme nelle periferie

Prima tappa l’Ice Park al Flaminio, con la partecipazione di alcuni Vip, poi altri appuntamenti in associazioni, ospedali, case di riposo, famiglie

Al via nella mattina di oggi, 5 gennaio, la Befana itinerante diffusa per “grandi e piccini” dell’associazione Salvamamme che, grazie anche a un magico violinista dall’archetto luminoso e a 15 “befani” e befane Vip, quest’anno viaggerà da un capo all’altro di Roma, principalmente nelle periferie, e porterà a chi ne ha bisogno non solo calze, dolciumi e giocattoli ma anche pasti caldi, piumoni, sciarpe, alimenti, biancheria, mascherine, disinfettanti e altro, il tutto con massima attenzione al rispetto delle norme antiCovid.

Appuntamento il 5 gennaio alle 11,00 all’Ice Park (Via Dorando Pietri – curva nord stadio Flaminio) dove Barbara Funari, assessora alle Politiche Sociali e alla Salute del Comune di Roma, Francesca Del Bello, presidente del II Municipio, Svetlana Celli, presidente del Consiglio Comunale, e Francesca Danese, portavoce del Forum Terzo Settore del Lazio, daranno il via a una speciale giornata durante la quale più di 100 bambini, divisi in piccoli gruppi, avranno la possibilità di pattinare ospiti del Villaggio, riceveranno una calza handmade, gadget, dvd di cartoni, tanti  giochi. All’esterno, un convoglio di furgoni e automobili di volontari, tra i quali un mezzo della Polizia di Stato guidato dagli atleti delle Fiamme Oro Rugby, tanti centauri degli “Angeli in Moto” con i loro capienti zainetti, e un bus turistico a bordo del quale, accompagnati da una gioiosa colonna sonora a cura del magico violinista dall’archetto luminoso, Andrea Casta, si raccoglieranno 15 Befane e “Befani” vip, (tra)vestiti dalla costumista Annalisa Di Piero.

Dopo l’Icepark la “Befana itinerante dei Vip” porterà aiuti facendo tappa al Calcio Sociale di Corviale. L’iniziativa, grazie alla rete tra associazioni chiamate a raccolta da Salvamamme, approderà poi al quartiere di San Lorenzo, presso l’Esercito della Salvezza, baluardo dell’accoglienza per centinaia di persone senza fissa dimora, nella casa famiglia “Ludovico Pavoni”, all’Idroscalo di Ostia. E raggiungerà persone ospedalizzate del Pertini con il volontariato Asvep, case protette e di riposo, famiglie con bambini malati e saranno recapitati anche pasti caldi.

5 gennaio 2022