Manovra fiscale, Aiart: «Soffoca la conoscenza»

Il presidente nazionale Aiart Giovanni Baggio commenta il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri, che prevede l’azzeramento del fondo pubblico per l’editoria: «Minaccia reale alla libertà di stampa»

Nello schema della manovra fiscale «il governo conferma di voler colpire  l’informazione e il diritto dei cittadini ad essere informati». Il presidente nazionale Aiart Giovanni Baggio commenta il decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri, che prevede, tra le altre cose, l’azzeramento del fondo pubblico per l’editoria. «Così facendo – spiega – si mette un bavaglio soprattutto alle piccole voci no profit e al pluralismo dell’informazione, pilastro insostituibile di ogni democrazia».

Per Baggio, è necessario che «la politica si assuma di fronte al Paese la responsabilità delle proprie scelte e le conseguenze in termini di libertà d’informazione e posti di lavoro persi» Ancora una volta, conclude, «ci troviamo a osservare una minaccia reale alla libertà di stampa: un diritto conquistato con il sangue che rischia di essere soffocato dal potere».

18 ottobre 2018