Il Copercom ha un nuovo presidente: è Massimiliano Padula, eletto oggi, 29 novembre, a Roma dal Comitato dei presidenti e delegati dell’organismo che coordina le associazioni per la comunicazione. Subentra a Domenico Delle Foglie, che ha guidato il coordinamento per due mandati triennali consecutivi. Con lui, è stato eletto alla carica di vice presidente Gianni Borsa, giornalista del Sir, mentre nel consiglio direttivo sono stati eletti Tonino Inchingoli come tesoriere, come consiglieri Teresa Braccio, Stefano Di Battista, Andrea Melodia e Valeria Sala mentre Giuseppe Ficini, Matteo Ghibelli e Massimo Porfiri sono stati eletti revisori. All’incontro, informano dal Copercom, «erano presenti, tra gli altri, monsignor Giovanni D’Ercole, vescovo di Ascoli Piceno e presidente della Commissione Cultura e comunicazioni sociali della Cei, e don Ivan Maffeis, direttore dell’Ufficio per le comunicazioni sociali della Cei».

Il nuovo presidente ha evidenziato che «in un contesto sociale e comunicativo complesso, nel quale l’enorme e confusa disponibilità di mezzi e contenuti rischia di deresponsabilizzarci, è fondamentale che il mondo associativo si impegni per la costruzione di pratiche centrate sull’ascolto, sul dialogo e sulla capacità di discernere tra cosa è bene e cosa è male». E ha indicato la logica «del “farsi carico”» come strada da seguire, «prendendo esempio da quello che, per Papa Francesco, rappresenta il comunicatore perfetto: il Buon Samaritano che si fa carico del morente prendendolo con sé e curandone le ferite». Nelle parole di Padula anche un grazie al presidente uscente Delle Foglie per il lavoro compiuto in questi anni dal Copercom. «Un lavoro – ha detto – che proveremo a consolidare attraverso un’azione condivisa, inclusiva e partecipativa».

29 novembre 2017