Memoriadelcovid.it, per non disperdere tante storie di speranza

Il progetto di Fisc e Corallo, con il coordinamento dell’Ufficio comunicazioni sociali Cei. Il direttore Corrado: «Non disperdere la memoria collettiva»

È il direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali della Cei Vincenzo Corrado a presentare, nella newsletter settimanale, il progetto www.memoriadelcovid.it. «Uno degli aspetti che maggiormente contraddistinguono la comunicazione attuale – scrive Corrado – è l’istantaneità dei messaggi che si susseguono in maniera vorticosa. Questa fagocita la tessitura di quel senso che aiuta a capire i fatti, che emerge in ciò che avviene e che aiuta nella comprensione». Un fenomeno che «stiamo sperimentando, in maniera emblematica, in questo tempo di pandemia».

Nasce da qui il progetto realizzato da Fisc e Corallo con il coordinamento dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei. L’obiettivo è quello di «contrastare il rischio della dispersione», alimentando e sostenendo la memoria collettiva, e «non disperdere le tante storie di speranza nate ogni giorno nelle nostre Chiese locali dall’inizio dell’emergenza». Contribuire, insomma, a «formare la memoria di come la Chiesa italiana sta vivendo il tempo del Covid-19».

14 gennaio 2021