Il vescovo di Tivoli Mauro Parmeggiani assume anche la guida pastorale della vicina diocesi di Palestrina, di cui era amministratore apostolico dal 2017. Lo ha stabilito Papa Francesco, unendo “in persona Episcopi” le due diocesi, informano dalla Sala stampa vaticana, e nominando quindi Parmeggiani vescovo di Palestrina.

Il presule è nato il 5 luglio 1961 a Reggio Emilia, diocesi di Reggio Emilia-Guastalla. Ha svolto gli studi ecclesiastici allo Studio teologico interdiocesano di Reggio Emilia, ricevendo l’ordinazione sacerdotale per la sua diocesi il 18 ottobre 1985. Il 25 novembre 1996 è stato poi incardinato nella diocesi di Roma. Vice-assistente diocesano dell’Azione cattolica di Reggio Emilia-Guastalla per il settore Giovani e insegnante di religione per due anni, dal 1985 al 1986, nel 1986 è diventato segretario particolare del cardinale Camillo Ruini, dapprima come aiutante di studio della segreteria generale della Conferenza episcopale italiana (1986-1991), successivamente presso il Vicariato di Roma (1991-2003). Nella diocesi di Roma, dal 1993 al 2008 è stato direttore del Servizio per la pastorale giovanile del Vicariato; il 17 ottobre 2003 è divenuto prelato segretario del Vicariato di Roma e il 1° novembre successivo delegato del cardinale vicario per la Consulta delle aggregazioni laicali.

Sempre a Roma Parmeggiani è stato membro del Comitato romano per la preparazione del Grande Giubileo del 2000 e del Comitato nazionale per la preparazione e celebrazione della Giornata mondiale della gioventù del 2000, incaricato del Settore pastorale giovanile nella Commissione per la famiglia e la vita della Conferenza episcopale laziale. È stato anche membro del Consiglio di amministrazione dell’Opera romana per la preservazione della fede e per la provvista di nuove chiese in Roma e presidente della Fondazione “Monignor Placido Nicotra”.

La nomina episcopale, con il titolo della diocesi di Tivoli, è del 3 luglio 2008; il 20 settembre successivo l’ordinazione episcopale. Dal 2010 è incaricato della Commissione regionale famiglia, vita e giovani della Conferenza episcopale del Lazio; dal 2012, per incarico del Consiglio episcopale permanente della Conferenza episcopale italiana, è assistente ecclesiastico della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia. Il 31 luglio 2017 è stato nominato amministratore apostolico della diocesi suburbicaria di Palestrina.

19 febbraio 2019