Nel libro di Iacomini (Unicef), storie e ricordi dei bambini incontrati

“Il Giorno Dopo” viene presentato alla Casa del Cinema il 4 aprile. Un romanzo che racconta tre anni di impegno dedicato all’infanzia nel mondo

“Il Giorno Dopo” viene presentato alla Casa del Cinema il 4 aprile. Un romanzo che racconta tre anni di impegno dedicato all’infanzia nel mondo

Si intitola “Il Giorno Dopo” il romanzo del portavoce di Unicef Italia Andrea Iacomini (edizioni Ponte Sisto) che viene presentato martedì 4 aprile alla Casa del Cinema, in largo Marcello Mastroianni. «Tre anni, 200 appuntamenti in tutta Italia, migliaia tra studenti, giovani e cittadini incontrati per parlare, informare su un tema, quello dell’infanzia nel mondo, per il quale dobbiamo fare di più. Attraverso questo libro – afferma l’autore -, ho provato a raccontare in modo inedito storie di diritti negati, violati, i miei pensieri, i ricordi dei bambini che ho incontrato durante le missioni sul campo con l’Unicef in Giordania, Libano, Iraq, Sierra Leone e anche le storie dei bambini di cui riceviamo notizia e che non hanno la possibilità di raccontare la guerra, la povertà e la miseria che hanno vissuto e li tiene in trappola. “Il Giorno Dopo” è un messaggio di speranza».

Da Iacomini dunque un grazie all’Unicef «per il sostegno ricevuto in questi anni» e a «tutti coloro che mi hanno sostenuto». Compresi i personaggi del mondo della cultura, della società civile, del volontariato, del giornalismo, dello sport, dello spettacolo, cittadini e amici dell’Unicef, che incontrerà nel corso dell’evento in programma a partire dalle 18, nella Sala Deluxe della Casa del Cinema. Al centro della scena infatti verrà installata una panchina, punto di partenza del romanzo, come luogo simbolico di incontro e di condivisione. Su quella panchina avverranno gli incontri. E si racconteranno le storie. Sono attesi, tra gli altri, Paola Saluzzi, giornalista Sky, gli ambasciatori e testimonial Unicef Andrea Lo Cicero, Simona Marchini, Gegè Telesforo e Maria Rosaria Omaggio. E ancora, i direttori del Tg2 e del Tg3 Rai Ida Colucci e Luca Mazzà, il Direttore dell’Ansa Luigi Contu, i giornalisti Maria Gianniti, Francesca Fialdini, Flavio Mucciante, Flavia Paone, Floriana Bulfon, Cristina Mastrandrea, Liliana Mistretta, Emanuela Bonchino, Alessandra Viero, Giorgiana Cristalli, Maria Concetta Mattei, Neige De Benedetti fotoreporter, Luigi Ambrosino, il Presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti, il segretario dell’Usigrai Vittorio Di Trapani. Con loro anche padre Enzo Fortunato del Sacro Convento di Assisi, Massimo Guidotti di Celio Azzurro e, in collegamento da Los Angeles, Elisabetta Canalis, ambasciatore Unicef.

Saranno presenti anche i vertici di Unicef Italia: il presidente Giacomo Guerrera e il direttore generale Paolo Rozera. «Nel mondo sono 48 milioni i bambini colpiti da conflitti e guerra – dichiara quest’ultimo -. Come Unicef attraverso il nostro lavoro diamo il supporto necessario per garantire a questi bambini aiuti di prima assistenza, vaccini, alimenti terapeutici, acqua, scuola, sostegno psicologico. Hanno bisogno del nostro sostegno». E aggiunge: «Andrea in tutti questi anni con il suo impegno e la sua passione ha fatto avvicinare all’Unicef tantissime persone».

30 marzo 2017