Oltre 12 milioni i nonni d’Italia. Il 2 ottobre la Festa

Le iniziative organizzate da Senior Italia e dall’Associazione nazionale lavoratori anziani. Il 26 ottobre la partita allo stadio di Frosinone

Le iniziative organizzate da Senior Italia FederAnziani e dall’Associazione nazionale lavoratori anziani. Il 26 ottobre la partita allo stadio di Frosinone

Sono oltre 12 milioni i nonni in Italia e ben il 33,1%, la più alta percentuale europea, si occupa dei nipoti una o più volte la settimana: il 26% mentre i genitori lavorano, il 19% nei momenti di emergenza, il 10% durante le vacanze. L’età media nella quale si diventa nonni è di circa 55 anni (54 per le nonne e 57 per i nonni). Hanno in media 3,2 nipoti, l’86,9% dei quali sono affidati alle loro cure fino ai 14 anni. Sono 7 milioni i nonni che con le loro risorse economiche contribuiscono al benessere della famiglia, dei figli e dei nipoti. I “nonni d’Italia” sono inoltre sempre più socialmente e culturalmente attivi: il 53,5% dei nonni over 60 anni usa il computer e si connette a internet abitualmente (le nonne che usano il computer sono 34,3% e si connette il 38%). Il 13,7% degli uomini con oltre 65 anni pratica sport abitualmente (il 9% delle donne).

I dati Istat sono stati resi noti questa mattina, martedì 20 settembre, nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative organizzate da Senior Italia FederAnziani e dall’Associazione nazionale lavoratori anziani per la “Festa dei Nonni”, istituita nel 2005, che si celebra il 2 ottobre. Primo appuntamento in calendario è per il 26 settembre con la “Partita per i nonni”, realizzata grazie al supporto del Frosinone Calcio: allo stadio Matusa di Frosinone si incontreranno la Nazionale Attori e la squadra di vecchie glorie del Frosinone Calcio, integrata da ex calciatori di Roma e Lazio. Il biglietto costa 5 euro e l’incasso sarà integralmente devoluto per l’acquisto di defibrillatori nei centri anziani, progetto promosso dalla Fondazione Senior Italia per la campagna 2016.

I centri anziani in Italia sono 3.500, di questi 180 solo a Roma e uno su quattro ha aderito alla campagna “Mille Piazze”: venerdì 30 settembre, sabato 1 e domenica 2 ottobre in alcune piazze italiane (a Roma piazza San Giovanni Bosco a Cinecittà e via del Corso) e in oltre 500 centri anziani sarà offerto, a fronte di una donazione, un pacco di pasta di grano duro di Altamura. Il ricavato delle donazioni sarà integralmente devoluto al sostegno dei centri anziani. Il 15 ottobre poi il momento clou della Festa dei Nonni 2016: l’incontro, nell’Aula Paolo VI, con Papa Francesco, che si è sempre dimostrato particolarmente sensibile verso la terza età.

«L’impegno dei nonni è importantissimo perché permette a moltissime famiglie di andare avanti – ha detto Roberto Messina presidente di FederAnziani -. Tantissimi i nonni che sostengono con la loro pensione le famiglie dei figli disoccupati e che investono il loro tempo con i nipoti non potendo i figli permettersi la baby sitter». I nonni, gli ha fatto eco Antonio Zappi, presidente dell’Associazione nazionale lavoratori anziani, «sono la forza della famiglia, e lo diciamo con convinzione. Appartengono a quella categoria che vuole concorrere allo sviluppo della famiglia e non possono essere considerati solo soggetti relegati a una panchina in un parco».

Gli attori Emanuele Propizio e Domenico Fortunato, entrambi nella Nazionale Attori, si sono detti molto contenti di partecipare alla “Festa dei Nonni”. «Quando sono nato mia nonna aveva 36 anni – ha raccontato Propizio -. Mi sono vicini da sempre e la loro presenza nella mia vita è fondamentale». Per Fortunato, «i nonni sono una grande onlus. Sono coloro che accompagnano i nipoti allo stadio e che poi vengono a chiedere fotografie e autografi».

20 settembre 2016