Riapre ad Anzio Beach&Cotto, per vacanze “senza barriere”

Casa e spiaggia privata, per ospiti con qualunque esigenza, donata alla Piccola Casa della Divina Provvidenza da una benefattrice negli anni ’50

Archiviata l’esperienza della quarantena, riapre  Beach&Cotto, la casa per ferie della Piccola Casa della Divina Provvidenza situata sul mare di Anzio (Roma). A disposizione della struttura, una spiaggia privata, senza barriere architettoniche, concepita per favorire il soggiorno di ospiti con qualunque esigenza, anche con disabilità, che intendono trascorrere una vacanza “senza barriere”.

Quando nel 1835 i medici della Piccola Casa della Divina Provvidenza di Torino suggerirono a don Giuseppe Cottolengo di portare alcuni ospiti con disabilità alle terme di Acqui, per usufruire dei benefici terapeutici, ricordano dalla Casa, il santo si rivolse direttamente al re Carlo Alberto sottolineando che anche le persone povere e con disabilità, come tutti, avevano diritto allo svago e alle cure termali. «Il re, come testimoniano le fonti, prese “vivissimo interesse” all’iniziativa del canonico e nel 1836 venne incontro alla sua richiesta sostenendo i viaggi dei malati ad Acqui».

Oggi “Beach&Cotto”, a pochi chilometri da Roma, porta avanti quell’iniziativa: un progetto che parte dall’impreparazione del sistema alberghiero e turistico nazionale ad accogliere con consuetudine persone con disabilità. La struttura garantisce a tutti il diritto di vivere le vacanze, godendo della spiaggia e del mare, con camere e ambienti dotati di ogni praticità e comodità. La casa fu donata alla Piccola Casa alla fine degli anni Cinquanta da una benefattrice che, ispirata dall’opera del Cottolengo e commossa da un gruppo di ragazzi con disabilità che non potevano accedere al mare, decise di offrire la propria villa per loro.

La struttura ha a disposizione camere singole, doppie o triple per famiglie con bambini e grandi gruppi dotate di aria condizionata, tv, wi-fi, dotazioni tecnologiche per rendere sicuri ed accessibili gli spazi, compresi letti e sanitari completamente regolabili. I pasti vengono consumati nella sala ristorante o nella terrazza panoramica. Un ascensore garantisce l’accesso alla spiaggia riservata, attrezzata e organizzata per ogni disabilità: dalla disposizione degli ombrelloni alle passerelle, agli spogliatoi e ai bagni. A disposizione degli ospiti anche un ciclo mobile elettrico e una carrozzina adatta alla spiaggia (job) che permette percorsi sulla sabbia, coordinati da personale qualificato.

“Beach&Cotto” aderisce al Cits, il Centro italiano turismo sociale, ed è convenzionata con la Fand, Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità.

15 luglio 2020