Rifugiati, oltre 330mila richieste accolte dall’Europa nel 2015: +72%

Lo Stato membro che si è fatto carico del maggior numero di domande è la Germania. Italia terza, con 29.600. Dalla Siria oltre la metà dei richiedenti asilo

I dati Eurostat. Lo Stato membro che si è fatto carico del maggior numero di domande è la Germania. Italia al terzo posto con 29.600. Dalla Siria oltre la metà dei richiedenti asilo

Nel 2015 gli Stati membri dell’Unione europea hanno dato asilo a più di 330mila persone, ben il 72% in più rispetto al 2014. È quanto emerge dai dati Eurostat relativi ai migranti che lo scorso anno hanno chiesto e ottenuto protezione nell’Ue. In tutto sono stati 333.350, portando il numero di richiedenti asilo accolti nell’Ue, dal 2008 ad oggi, a circa 1 milione e 100mila persone.

Lo Stato membro che, di gran lunga, si è fatto carico del maggior numero di richieste di asilo è la Germania: le domande accolte da Berlino sono state, nel 2015, 148.200, addirittura il 212% in più rispetto ai precedenti dodici mesi. A seguire la Svezia, con 34.500 domande accolte (4% in più del 2014), mentre al terzo posto tra i Paesi che hanno accolto più richieste di protezione figura l’Italia con 29.600, e cioè il 44% in più rispetto al 2014. Cifre elevate anche per Francia, con 26mila domande accolte, Regno Unito (17.900), Austria (17.800) e Paesi Bassi con (17mila persone accolte).

La metà dei migranti a cui i ventotto hanno accordato protezione nel 2015 è composta da cittadini siriani, nazionalità più numerosa in oltre la metà degli Stati membri: hanno ottenuto l’asilo oltre 166mila siriani, il 50% di tutti coloro a cui l’Europa ha dato asilo. La percentuale di domande di asilo accolte, per i migranti di questa nazionalità è più che raddoppiata rispetto al 2014. A seguire, tra i gruppi più numerosi, eritrei (27.600 e cioè l’8%) e iracheni (23.700 e cioè il 7%). Di tutti i siriani a cui è stato dato asilo, oltre il 60% (104mila) sono stati accolti dalla Germania. Gli eritrei hanno invece trovato protezione soprattutto in Germania (9.500), Svezia (6.600) e Paesi Bassi (4.900), mentre gli iracheni hanno trovato asilo soprattutto in Germania e Francia.

Nessuna delle nazionalità maggiormente accolte in Europa figura tra quelle a cui l’Italia ha garantito più frequentemente protezione nel 2015. Nel nostro Paese la maggior parte delle richieste di asilo accolte è giunta da cittadini nigeriani: nel 2015 sono stati 3.745 (il 12,6%). A seguire, pakistani con 3.500 domande accolte (l’11,8%) e afghani con 3.280 protezioni accordate (11,1%). (Letizia Pascale)

22 aprile 2016