Rinnovamento nello Spirito: un nuovo programma sui social, a cura di Martinez

“La gioia di essere liberi!” al via dal 19 gennaio ogni martedì alle 14.30 sulla pagina Facebook e sul canale Youtube. 11 tappe, «per stimolare la conversione»

Si intitola “La gioia di essere liberi!” il programma del Rinnovamento nello Spirito che prenderà il via martedì 19 gennaio sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Rinnovamento nello Spirito, a cura del presidente Salvatore Martinez: un cammino in 11 tappe settimanali, fino al 30 marzo, che arriva dopo il successo della rubrica “La paura fa 90, l’Amore 100!”, ideata nel primo lockdown, e dopo un 2020 costellato dalle sofferenze legate alla pandemia di Covid-19.

L’appuntamento è ogni martedì alle 14.30. “Cristo ci ha liberati per la libertà!” (Gal 5, 1) è il versetto di san Paolo che ispira ogni puntata improntata, secondo uno stile colloquiale, sul valore della «libertà cristiana», nel tempo della pandemia. Di qui l’invito alla gioia, che dà il titolo al programma. Ogni puntata, dalle durata massima di 5 minuti, è introdotta dalla Parola di Dio, include un un rimando attuale a un fatto storico o contemporaneo e si conclude con tre consegne/impegni. «Gioia e libertà – dichiara Martinez – sono due parole chiave per interpretare il tempo che viviamo e il futuro che vogliamo».

L’idea, spiega ancora il presidente del Rinnovamento, è quella di un itinerario da vivere insieme, «per stimolare la nostra personale conversione interiore. Giungeremo così dritti al Triduo pasquale, i giorni nei quali la nostra libertà e la gioia di essere liberi trovano in Gesù la massima realizzazione possibile. Proveremo a risentire dentro di noi, nella nostra anima – prosegue -, le ragioni profonde e sempre vive della “libertà cristiana”. Sì, cristiana, perché si può essere liberi in molti modi e in nome di tanti altri modelli teologici, filosofici e antropologici. Siano stati creati per essere liberi! Siamo già stati liberati da tutto ciò che opprime, incatena, uccide la nostra libertà. E soprattutto, nessuno di noi deve perdere la gioia di sapersi e di sentirsi libero, libera».

13 gennaio 2021