Roma 2021, accordo tra Diocesi di Roma e dicastero per la Famiglia

Siglata dai cardinali De Donatis e Farrell nel Palazzo del Vicariato l’intesa per l’organizzazione dell’Incontro mondiale delle famiglie. Autore dell’inno monsignor Frisina

Un impegno comune verso Roma 2021. È quello che hanno sancito il Dicastero per i laici, la famiglia e la vita e la diocesi di Roma in vista dell’Incontro mondiale delle famiglie, che si terrà nella nostra città nel giugno del 2021. Nella mattina di oggi, lunedì 24 giugno, nella Sala degli Imperatori del Palazzo del Vicariato, il cardinale Kevin Joseph Farrell, prefetto del Dicastero vaticano, e il cardinale vicario Angelo De Donatis hanno siglato l’accordo che prevede la divisione dei compiti tra le due realtà, con la diocesi impegnata nella logistica, nella comunicazione, nell’accoglienza e nella sensibilizzazione pastorale.

La Chiesa di Roma sta lavorando al logo, all’inno, alle catechesi preparatorie e all’icona ufficiali dell’Incontro, mentre il Dicastero preparerà la preghiera. Autore dell’inno sarà monsignor Marco Frisina, fondatore e direttore del Coro della Diocesi di Roma; mentre l’iconografa Roberta Boesso, romana, è stata incaricata di realizzare l’icona.

«Desidero che questo straordinario evento non sia un fatto momentaneo, una realtà fuggevole – ha detto il cardinale De Donatis –, ma sia un punto di partenza per servire con più efficacia e con maggiore attenzione le moltissime famiglie che vivono a Roma e che, in grande numero, si trovano in situazioni di sofferenza e di disagio». Disagio «non originato solamente da difficoltà economiche, ogni giorno verifichiamo che le povertà delle famiglie nascono soprattutto dalla fragilità culturale, dai valori in crisi, dalla mancanza di identità e di radici solide». «Mi piace che proprio Roma faccia questo evento», ha commentato il cardinale Farrell. Già attivo l’indirizzo e-mail dell’Incontro: info@rome2021.com

24 giugno 2019