Santa Maria della Mercede, morto il parroco padre Boccuzzo

Il religioso, 76 anni, era alla guida della comunità dall’ottobre 2018. Padre Celano: «Finché le forze glielo hanno permesso, ha celebrato l’Eucaristia»

«Un dolce parroco, molto delicato nei rapporti personali e tenace nel perseguire i suoi obiettivi». Padre Giuseppe Celano ricorda così il confratello padre Nicola Boccuzzo, dell’Ordine di Santa Maria della Mercede, morto all’alba di oggi, 10 luglio, all’età di 76 anni. Dal 1° ottobre 2018 era parroco a Santa Maria della Mercede e Sant’Adriano nel quartiere Salario e da qualche anno lottava contro un tumore. Nato a Fontanarosa, in provincia di Avellino, il 28 giugno 1944, era stato ordinato sacerdote il 9 agosto 1970 nell’ordine dei Mercedari, la cui spiritualità è fondata sull’imitazione di Gesù visto come Redentore dell’umanità. Ha svolto il suo ministero sacerdotale in diverse diocesi d’Italia. A Orvieto, in provincia di Terni, era stato anche cappellano dell’Ospedale Santa Maria della Stella dal 2012 al 2018. Nella diocesi di Roma era stato anche parroco di San Ferdinando Re, dal 2003 al 2006.

Ritornato nella Capitale nel 2018 per guidare la comunità di Santa Maria della Mercede e Sant’Adriano, ha ritrovato al suo fianco in qualità di vice parroco padre Giuseppe Celano, anch’egli della famiglia mercedaria, ordine fondato a Barcellona il 10 agosto 1218 da Pietro Nolasco. «Dal punto di vista pastorale ho vissuto con lui appena un anno e mezzo – ricorda padre Giuseppe con la voce rotta dall’emozione – ma ci conoscevamo dai tempi del seminario minore. Lui era quattro anni più grande di me ma abbiamo svolto insieme il percorso di studi. Ordinati sacerdoti, siamo stati assegnati in comunità distinte ma ci siamo sempre tenuti in contatto. Era una persona molto precisa e puntuale».

Padre Giuseppe racconta che il confratello amava in modo particolare i bambini. «Dedicava loro molto tempo e attenzione. Gli piaceva giocare e ridere con i piccoli». La malattia lo aveva debilitato nel fisico ma non nello spirito. «Ha vissuto gli ultimi anni “guardando in faccia” il tumore e finché le forze glielo hanno permesso ha celebrato l’Eucaristia – prosegue padre Giuseppe -. Aveva la voce afona e si scusava con i parrocchiani se non riusciva a farsi sentire ma desiderava celebrare con la sua comunità». Aveva presieduto l’ultima Messa con la “sua” comunità la mattina di domenica 24 maggio, solennità dell’Ascensione del Signore.

I funerali di padre Nicola Boccuzzo si svolgeranno domani, sabato 11 luglio, alle 12, nella parrocchia di Santa Maria della Mercede e Sant’Adriano in viale Regina Margherita 68.

10 luglio 2020