Scienza e fede, master al Regina Apostolorum

L’ateneo pontificio rilancia da ottobre il percorso formativo da seguire in sede o a distanza, tramite video conferenza o internet. Previste oltre 20 conferenze tenute da esponenti del mondo della scienza, della teologia e della filosofia

Il rapporto tra scienza e fede è un tema con cui ci si confronta sempre più spesso. Per questo, anche nel prossimo anno accademico l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (www.uprait.org) rilancia il master biennale in Scienza e fede: la tredicesima edizione partirà a ottobre.

Tre le modalità per seguire i corsi: in sede (via degli Aldobrandeschi), a distanza, tramite videoconferenza; a distanza tramite internet. Possono essere iscritti al master tutti i laureati e gli studenti che abbiano un diploma di baccalaureato in Filosofia o in Teologia o altri titoli di studio equipollenti.

«Da una parte – spiega un comunicato che illustra le finalità dell’iniziativa – gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano nuove ed urgenti questioni etiche ed antropologiche; dall’altra, ci troviamo di fronte al cosiddetto pluralismo culturale e religioso, che suscita il bisogno di proporre punti d’incontro verso il dialogo e la comune ricerca della verità». Molte le tematiche sviluppate durante il master: dalla fisica alla filosofia, dall’astronomia alla storia dei rapporti fra scienza e religione, dalla biologia alle neuroscienze, fino ad argomenti di grande attualità come la questione dello statuto dell’embrione e le biotecnologie. Sono previste oltre venti conferenze annuali tenute da docenti di alto livello del mondo della scienza, della teologia e della filosofia.

22 settembre 2014