Smog, in Fascia verde i divieti diventano permanenti

Lo stabilisce l’ordinanza del 27 ottobre. Divieto di accesso e circolazione a categorie già bloccate fino al 31 marzo scorso

Lo stabilisce l’ordinanza del 27 ottobre scorso firmata dal sindaco Raggi. Divieto di accesso e circolazione a categorie già bloccate fino al 31 marzo

Da mercoledì 2 novembre la Fascia Verde è interdetta alle auto a benzina Euro 1 e diesel Euro 1 e 2. A disporlo l’ordinanza firmata il 27 ottobre dal sindaco Virginia Raggi, che attua le disposizioni previste dal Piano generale del traffico urbano. Il provvedimento prevede il divieto permanente di accesso e circolazione, con l’esclusione del sabato e della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali alle stesse categorie di veicoli già bloccate fino al 31 marzo scorso.

Esentate dal divieto le auto con pass invalidi, veicoli delle forze dell’ordine, auto dei corpi diplomatici e della Città del Vaticano, veicoli per trasporto medici, trasporto pubblico, mezzi per trasporto rifiuti e della protezione civile, veicoli per i cortei funebri. Resta naturalmente la deroga per i mezzi a Gpl e a metano. Da ricordare che, sempre dal lunedì al venerdì festivi esclusi, nella Fascia Verde sono già bloccate in modo permanente le auto Euro 0, sia a benzina che diesel.

Un’altra ordinanza, sempre del 27 ottobre, proroga il limite alla circolazione all’interno del più piccolo Anello Ferroviario per i ciclomotori e i motoveicoli Euro 1 a due, tre, quattro ruote, a due e quattro tempi. Una misura, in vigore dal 2 novembre 2016 al 31 ottobre 2017 (sempre dal lunedì al venerdì festivi esclusi), che arriva in attuazione degli interventi per la qualità dell’aria ai sensi della delibera della Giunta capitolina n. 242 del 2011.

 

3 novembre 2016