Gravi ulcere agli arti inferiori. Spesso si presentano così le persone fragili e senza dimora prese in carico presso la medicheria del Poliambulatorio Caritas alla Stazione Termini. La causa: malattie croniche come diabete o alcolismo o, pù semplicemente, una cattiva igiene. A occuparsi di loro, infermieri e medici volontari, che effettuano visite e medicazioni, a cominciare proprio dall’igiene della persona, sia prima del trattamento che dopo, spiegano. Periodicamente, poi, i pazienti vanno curati e la medicazione sostituita. Di qui l’esigenza dei calzini come «presidio terapeutico necessario per la cura».

Già negli anni scorsi il Poliambulatorio,c he segue ormai diverse decine di persone spesso con gravi problemi agli arti inferiori, aveva chiesto a seminari e parrocchie un aiuto per raccogliere i calzini. Quest’anno la linea scelta è quella dei piccoli gesti di solidarietà, «talvolta più imortanti di quelli grandi», commenta Salvatore Geraci, responsabile del Poliambulatorio. A tutti viene chiesto di contribuire, donando calzini da uomo di taglie grandi, sottoli, di cotone o invernali ma non di lana, perché non devono riscaldare ma solo proteggere la medicazione. È possibile consegnarli direttamente al Poliambulatorio, in via Marsala 97, tutti i giorni dalle 16 alle 19, e il martedì, mercoledì e giovedì anche di mattina. Un piccolo gesto, appunto, commentano dalla Caritas, «un aiuto concreto, un segno di solidarietà intelligente».

2 novembre 2016