Terra Santa, il Custode agli italiani: «Vi siamo vicini e preghiamo per voi»

Il video messaggio di padre Francesco Patton davanti al Santo Sepolcro: «Continuate a credere, continuate a sperare, continuate ad amare. Continuate a resistere»

Parla davanti al Santo Sepolcro, a Gerusalemme, padre Francesco Patton, il Custode di Terra Santa. E dal «luogo più santo per tutti i cristiani del mondo», dal luogo «nel quale Gesù ha vinto la morte risorgendo il mattino di Pasqua», lancia, in un video diffuso dal Christian media center, il suo messaggio ai «carissimi amici italiani: Siamo un’unica famiglia, siamo tutti insieme sulla stessa barca, vi siamo vicini e preghiamo per voi e per i vostri cari».

Nelle parole del Custode, la rassicurazione che «in questo luogo, noi frati della Custodia di Terra Santa, come pure i nostri fratelli Greci e Armeni, stiamo pregando per voi ogni giorno. Carissimi amici italiani – prosegue -, continuate a credere, continuate a sperare, continuate ad amare. Continuate a resistere. Manteniamo la distanza fisica se è necessario per evitare che il virus si diffonda, ma restiamo uniti e solidali gli uni con gli altri, perché solo così potremo sconfiggere il virus più letale: il virus dell’egoismo, che fa pensare ad alcuni che sia possibile salvarsi da soli. Siamo un’unica famiglia – conclude -, siamo tutti insieme sulla stessa barca, vi siamo vicini e preghiamo per voi e per i vostri cari. Continuate a sperare, continuate a fidarvi e continuate ad amare. Coraggio».

2 aprile 2020