Vincenzo Viva è il nuovo vescovo di Albano

Lo ha nominato il Papa. Finora rettore del Pontificio Collegio Urbano “de Propaganda Fide”, nato a Francoforte nel ’70, appartiene al clero di Nardò – Gallipoli

Il Papa ha scelto il nuovo vescovo della diocesi suburbicaria di Albano: è Vincenzo Viva, del clero della diocesi di Nardò-Gallipoli, finora rettore del Pontificio Collegio Urbano “de Propaganda Fide”. La notizia arriva dalla Sala stampa vaticana, che informa anche sulla biografia del nuovo presule.

Nato a Francoforte il 24 agosto 1970, è in seguito rientrato nella diocesi di Nardò-Gallipoli, per la quale è stato ordinato sacerdote il 10 luglio 1997, dopo aver completato gli studi alla Pontificia Università Gregoriana, come alunno dell’Almo Collegio Capranica. Nell’anno 2006 presso l’Accademia Alfonsiana ha ottenuto il dottorato in Teologia morale, perfezionandosi poi in Bioetica al Centro di ateneo della Cattolica di Roma.

Numerosi gli incarichi pastorali che ha ricoperto, nell’ambito del seminario diocesano – prima come vice rettore poi come padre spirituale – ma anche negli organismi diocesani, come membro del Collegio Consultori, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali, delegato vescovile per l’Ordo Virginum. Ancora, è stato docente di religione, collaboratore parrocchiale,  professore associato di Teologia morale alla Facoltà Teologica Pugliese e canonico penitenziere del Capitolo della cattedrale di Nardò. Dal 2007 è docente di Teologia morale all’Accademia Alfonsiana; dal 2013 rettore del Pontificio Collegio Urbano “de Propaganda Fide” e professore incaricato di Teologia morale all’Urbaniana. Nel 2012 è stato nominato cappellano di Sua Santità nel 2012.

11 giugno 2021