“Woman”, John Lennon e l’omaggio alle donne

Il brano tratto dall’album “Double fantasy” pubblicato proprio nel 1980, l’anno in cui l’artista fu assassinato a New York

Quarant’anni fa John Lennon veniva ucciso a New York da un venticinquenne texano. Era l’8 dicembre 1980. Dieci anni prima si erano sciolti i Beatles, e alla fine dello stesso anno, il 1970, Lennon aveva dato alla luce il suo primo album con la moglie Yoko Ono. In questi giorni in tanti hanno rievocato l’artista, la sua carriera con il gruppo di Liverpool, il suo rapporto con Yoko Ono, i successi del dopo-Beatles, l’impronta politica che Lennon aveva dato al suo impegno.

Noi vogliamo ricordarlo con “Woman”, un omaggio alla moglie Yoko e alle donne. Tratto dall’album “Double fantasy” pubblicato proprio nel 1980, il brano, che scalò ben presto le classifiche, uscì come singolo l’anno successivo all’assassinio di Lennon, il primo uscito postumo. Prima di iniziare a cantare, l’artista sussurra “per l’altra metà del cielo…”. «Questa creazione – confidò in una intervista – mi nacque al tramonto a Bermuda, mi venne in mente cosa faceva una donna per noi». E così c’è dentro l’emozione, la gratitudine, l’affidamento. Soprattutto l’amore.

15 dicembre 2020