Al via i «Dialoghi in Cattedrale»

A San Giovanni in Laterano il primo incontro sulla Evangelii Gaudium introdotto dal cardinale Vallini. Si confronteranno il gesuita padre Francesco Occhetta e il biologo Angelo Vescovi di R. S.

Inizierà con un confronto tra il gesuita padre Francesco Occhetta, scrittore de La Civiltà Cattolica, e Angelo Vescovi, direttore scientifico della Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo a Foggia, il ciclo di quest’anno dei «Dialoghi in Cattedrale». Cornice dell’evento la basilica di San Giovanni in Laterano dove, giovedì 13 alle 19.30, il cardinale vicario Agostino Vallini introdurrà il confronto che ha come tema: «Dio non si nasconde a coloro che lo cercano con cuore sincero».

Padre Occhetta, gesuita dal 1996, è nato a Novara. Specializzato in Teologia Moraleall’Università Comillas di Madrid, dall’ottobre 2007 è membro del Collegio degli scrittori della rivista dei gesuiti La Civiltà Cattolica su cui si occupa di questioni sociali e di diritto. Dal 2010 è consulente nazionale dell’Unione stampa cattolica italiana (Ucsi). Padre Occhetta si confronterà con il biologo e farmacologo Angelo Luigi Vescovi. Dal 2007, Vescovi conduce il Centro europeo di ricerca sulle cellule staminali di Terni, dove, nell’estate del 2011, ha ricevuto il via libera dal comitato etico regionale per la sperimentazione delle cellule sull’uomo. Da gennaio 2010 è direttore scientifico dell’Ospedale di San Pio da Pietrelcina, la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Il ciclo dei «Dialoghi» proseguirà con altri due appuntamenti: il 27 marzo, sul tema «Tutti i cristiani sono chiamati a preoccuparsi della costruzione di un mondo migliore» (EG 183), con il sociologo Pierpaolo Donati, docente dell’Università di Bologna, e il giornalista Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera; l’ultimo, il 10 aprile, avrà come protagonisti l’arcivescovo Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, e l’economista francese Jean-Paul Fitoussi, su «La politica, tanto denigrata, è una vocazione altissima, è una delle forme più preziose della carità»

13 marzo 2014

Potrebbe piacerti anche