Morto monsignor Torregrossa, fu arso vivo nel 1996

Per 24 anni aveva guidato la parrocchia di San Carlo da Sezze ad Acilia. Era nato a Taormina 64 anni fa ed era stato ordinato nella basilica di Sant’Eugenio di R. S.

È morto a mezzogiorno della mattina di oggi, 30 dicembre, monsignor Mario Torregrossa, già parroco di San Carlo da Sezze ad Acilia, dove aveva fondato il centro di formazione giovanile “Madonna di Loreto”. Aveva 64 anni. Era ricoverato all’ospedale Grassi di Ostia, a seguito di un infarto che lo aveva colpito la Vigilia di Natale.

Nato a Taormina, in provincia di Messina, il 5 maggio 1944, don Mario era stato ordinato presbitero il 16 marzo 1974 nella basilica di Sant’Eugenio. Si era formato nell’attiguo seminario voluto dall’arcivescovo Ettore Cunial per la formazione delle vocazioni adulte, il Collegio Sant’Eugenio. Il primo incarico ministeriale nella parrocchia di San Timoteo a Casal Palocco, come vicario parrocchiale dal 1974 al 1981. Il 20 maggio dello stesso anno don Mario veniva nominato parroco di San Carlo da Sezze.

Il 24 novembre 1996 fu al centro della cronaca per essere stato arso vivo nella sua parrocchia da uno squilibrato mentre era in preghiera di fronte all’immagine della Madonna di Loreto: le conseguenze di quel gesto sul suo corpo furono devastanti, ma con grande fede e tenacia aveva voluto proseguire il suo ministero pastorale alla guida della comunità di Acilia fino al settembre 2005. A succedergli, don Fabrizio Centofanti, vicario parrocchiale all’epoca dell’aggressione, che fu il primo a soccorrerlo e a spegnere le fiamme.

Un mese dopo, nella solennità del Natale, come riportano le cronache del nostro settimanale, l’allora cardinale vicario Camillo Ruini celebrò la Messa nella parrocchia di via Macchia Saponara, ad Acilia, per esprimere solidarietà al parroco ustionato. Il cardinale portò anche il saluto di Giovanni Paolo II: «Il Papa prega per don Mario, si è subito interessato a lui».

Apprendiamo la notizia del decesso prima della sospensione degli aggiornamenti per la pausa di Capodanno fino alla mattina del 2 gennaio, quando proporremo approfondimenti sulla morte del sacerdote.

30 dicembre 2008

Potrebbe piacerti anche