Campidoglio, presentato il Piano di rientro finanziario

Gli obiettivi della Giunta si basano sulla riduzione dei costi di gestione del Campidoglio e delle società partecipate. Il sindaco Marino: «Rendere la città virtuosa nella gestione delle spese» di R. S.

Appena in tempo per essere consegnato al Governo nazionale, la Giunta capitolina ha approvato un programma di riduzione dei costi di gestione del Campidoglio e delle società partecipate. Obiettivo: il riequilibrio finanziario della capitale, per rendere la città «virtuosa nella gestione delle spese e delle entrate – si legge nel comunicato stampa del comune -, rilanciare gli investimenti per lo sviluppo cittadino e migliorare la qualità della vita».

«Questo Piano di rientro ci permette di voltare pagina – ha commentato il sindaco Ignazio Marino, illustrando la manovra insieme all’assessore al Bilancio e razionalizzazione della spesa, Silvia Scozzese -. Abbiamo completamente cambiato mentalità. Fino a oggi i bilanci si facevano sulla base della spesa storica, guardando oltre 20.000 voci di spesa. Da oggi lo possiamo fare sulla base dei reali servizi che servono ai cittadini e guardando ai costi standard».

«Abbiamo chiesto al Governo – ha concluso il Sindaco – di esaminare il Piano di rientro in tempi brevi. La nostra ambizione è arrivare ad avere un parere definitivo sul piano alla fine di questo mese o al massimo per inizio agosto. E il sottosegretario Graziano Delrio ha detto che è anche loro intenzione procedere con questa velocità, dimezzando quindi i tempi previsti, che sono di 60 giorni».

7 luglio 2014

Potrebbe piacerti anche