La diocesi di Roma a Lourdes

Il pellegrinaggio diocesano all’inizio di settembre guidato dal cardinale Vallini. In programma visita ai santuari, Via Crucis e processione eucaristica. Anche una delegazione Caritas di R. S.

«Un’occasione privilegiata per approfondire il senso di appartenenza ecclesiale e la corresponsabilità pastorale». È così che il cardinale Agostino Vallini definisce il pellegrinaggio della diocesi di Roma a Lourdes, che guiderà dal 1° al 4 settembre prossimi. La Messa presso la Grotta delle apparizioni, la Via Crucis, la processione eucaristica con la benedizione degli ammalati, la visita ai santuari e ai «ricordi» di Bernadette saranno le tradizionali mete di questo viaggio spirituale che vedrà partecipare anche il sindaco Gianni Alemanno e una rappresentanza dei dipendenti del Comune di Roma.

Presentato lo scorso 24 giugno, l’evento di preghiera è organizzato dall’Opera romana pellegrinaggi in collaborazione con il Comune e l’Ipa (l’Istituto di previdenza e assistenza per i dipendenti della stessa amministrazione municipale). Per quanti vorranno partecipare ricordiamo che sarà possibile partire solamente in aereo (1-4 settembre), e non anche in treno come era stato in un primo tempo ipotizzato dagli organizzatori.

Per informazioni e prenotazioni è necessario rivolgersi alle parrocchie o contattare direttamente gli uffici dell’Opera Romana, in via della Pigna 13/ a, piazza di Porta San Giovanni 6 o piazza Pio XII 9, o telefonare al numero verde 800917430.

Una delegazione di ospiti e volontari delle case famiglia per malati di Aids di Villa Glori rappresenterà la Caritas nel pellegrinaggio diocesano a Lourdes. Il gruppo sarà accompagnato da monsignor Guerino Di Tora, vescovo ausiliare per il settore Nord, finora direttore della Caritas diocesana.

23 luglio 2009

Potrebbe piacerti anche