La vita di monsignor del Portillo in un documentario online

Fu il successore di San Josemaría Escrivá de Balaguer, fondatore dell’Opus Dei. Nel documentario racconti di episodi dell’infanzia e testimonianze sulle virtù e dell’ impegno per la Chiesa del futuro beato di R. S.

Guarda il documentario

È da poco online un nuovo documentario di 30 minuti sulla vita di monsignor Álvaro del Portillo, realizzato da BetaFilm, dal titolo “Saxum”. Fedele collaboratore di San Josemaría Escrivá de Balaguer, fu il suo primo successore alla guida dell‘Opus Dei. È morto il 23 marzo 1994. Il video si apre con Giovanni Paolo II che il giorno della morte di don Álvaro volle recarsi a pregare di fronte alle spoglie mortali del suo amico, nella chiesa di Santa Maria della Pace. Il cardinale Stanislaw Dziwisz, arcivescovo di Cracovia e allora segretario del Papa, nel video ricorda di essere stato presente in quel momento: «Fu un incontro eccezionale – spiega -, una dimostrazione di gratitudine e di apprezzamento, un dono».

L’attuale prelato dell’Opus Dei, monsignor Javier Echevarría, ai funerali di monsignor del Portillo, come si vede nel video, ricorda che nel 1939 San Josemaría cominciò a chiamare Saxum – “roccia” in latino – don Álvaro del Portillo per la sua fedeltà e per la sua fortezza. All‘interno del documentario alcuni ricordi sul futuro beato ne ricostruiscono la biografia: interviste a persone che lo hanno conosciuto, racconti di episodi della sua infanzia, testimonianze sulle sue virtù e sul suo impegno per la Chiesa. Don Álvaro sarà beatificato il 27 settembre a Madrid.

6 febbraio 2014

Potrebbe piacerti anche