Presentata a Francesco “The Pope App 2.0”

L’arcivescovo Celli e il coordinatore del progetto Thaddeus Jones hanno illustrato la nuova versione dell’app, scaricabile su Apple e Android. Disponibili streaming delle celebrazioni, video, foto e testi di R. S.

Mette insieme contenuti, media e news prodotti da ogni media della Santa Sede, dalla Radio Vaticana al Ctv, dall’Agenzia Fides a L’Osservatore Romano, fino alla Sala stampa e a vatican.va. È “The Pope App”, applicazione per smartphone e tablet sviluppata dal Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali, presentata ieri, martedì 8 luglio, nella sua versione aggiornata, a Papa Francesco.

The Pope App 2.0, disponibile dal 4 luglio su ITunes e Google Play store e scaricabile su dispositivi Apple e Android, è “alimentata” da News.va, network hub ufficiale della comunicazione vaticana. A mostrarla al pontefice, il presidente del Pontificio Consiglio monsignor Claudio Maria Celli, accompagnato dal coordinatore del progetto Thaddeus Jones. Il Papa, si legge in una nota del Pontificio Consiglio, «ha espresso il proprio apprezzamento per gli sforzi e il lavoro fatto da tutti i media service del Vaticano per migliorare la loro presenza e partecipazione nel mondo digitale».

L’applicazione infatti, con video, streaming di celebrazioni e udienze e fotografie del Servizio fotografico, presenta tutte le ultime novità e informazioni prodotte dai media service del Vaticano. Tra le altre cose, consente anche di ricevere notifiche di eventi pubblici, leggere l’ultimo tweet di @Pontifex, i testi di omelie e discorsi, avere dei “favoriti” e condividerli con altri. Tutto in 5 lingue, inglese, spagnolo, francese, italiano e portoghese, con una nuova grafica e un nuovo design.

9 luglio 2014

Potrebbe piacerti anche