L’apertura dell’Anno Sacerdotale

Inizia lo speciale tempo indetto dal Pontefice con i vespri celebrati nella basilica di San Pietro. Per l’occasione saranno a Roma le reliquie del Santo Curato d’Ars di R. S.

La lettera del Papa per la proclamazione dell’Anno Sacerdotale

Venerdì 19 giugno, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, il Santo Padre Benedetto XVI presiederà alle ore 18, nella basilica di San Pietro, la celebrazione dei secondi vespri della solennità con la quale aprirà l’Anno Sacerdotale, nel 150° anniversario della morte di San Giovanni Maria Vianney (Santo Curato d’Ars). Il Pontefice celebrerà al cospetto delle reliquie del santo, portate a Roma dal vescovo di Belley-Ars. Durante la liturgia il Papa rivolgerà la sua parola specificamente ai sacerdoti e, dopo una breve adorazione, impartirà la benedizione eucaristica.

«A tale intenso momento di preghiera e riflessione – si legge in una nota dell’arcivescovo Mauro Piacenza, segretario della Congregazione per il clero – sono invitati in modo specifico certamente tutti i sacerdoti secolari e religiosi e tutti i seminaristi presenti in Urbe, ma sono pure invitate tutte le religiose come i fedeli laici che con la loro fede, preghiera e operosità concorrono a sostenere la vita, il ministero dei sacerdoti e la loro santificazione, a beneficio di tutti». Nelle scorse settimane «un cordiale invito a partecipare» all’apertura dell’Anno Sacerdotale «per esprimere visibilmente la comunione che tutti ci lega al nostro vescovo» era già stato rivolto dal cardinale vicario Vallini in una lettera ai sacerdoti diocesani e religiosi della diocesi.

Una notificazione dell’Ufficio delle celebrazioni liturgiche pontificie fornisce indicazioni specifiche per la celebrazione. I sacerdoti indosseranno l’abito proprio e i religiosi quello dell’istituto di appartenenza. Per partecipare alla celebrazione i fedeli dovranno richiedere i biglietti alla Prefettura della Casa Pontificia (fax 06.69885863), che potranno essere ritirati al Portone di Bronzo. Ingresso in basilica dalle ore 16.

16 giugno 2009

Potrebbe piacerti anche