Adrenalina, arte per dire no alla droga

Nell’ex Mercato ebraico del pesce per un mese mostre, spettacoli e video installazioni. Mentre operatori specializzati distribuiranno materiale informativo sui danni causati dalle sostanze stupefacenti di Giu. Roc.

Spettacoli di danza, installazioni video, incontri sul mixaggio e la musica contemporanea. I nuovi linguaggi espressivi sono al centro di “Adrenalina. L’arte emerge in nuove direzioni”, la manifestazione voluta dal Comune di Roma e da Zètema Progetto cultura che sarà inaugurata domani (venerdì 27 febbraio) all’ex Mercato ebraico del Pesce (via di San Teodoro, 74). L’edificio a pianta esagonale – vecchia struttura industriale riconvertita a spazio espositivo, proprio davanti al Palatino – ospiterà fino al 21 marzo le numerose iniziative, tutte a ingresso gratuito, che puntano a far emergere le giovani generazioni di artisti: ben 52 quelli coinvolti, di diverse nazionalità. Si potranno inoltre ammirare 20 lavori di pittura, 17 di fotografia, 6 sculture, 6 progetti di video-arte e 3 lavori che prevedono performance live/installazioni.

L’arte, in questa occasione, servirà anche per veicolare un messaggio positivo: far capire ai giovani quanto sia dannoso l’uso di sostanze stupefacenti. «Con il termine “Adrenalina” – spiega l’assessore capitolino alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù Laura Marisilio – si vuole trasmettere non solo un messaggio positivo legato all’arte ma la contempo promuovere una campagna di prevenzione e contrasto alla diffusione dell’uso di droghe tra i giovani. “Adrenalina”, insomma, come unica sostanza naturale in grado di liberare la creatività e sprigionare energie propulsive nei giovani». Durante la manifestazione, infatti, operatori specializzati distribuiranno materiale informativo sugli effetti delle droghe, e raccoglieranno dati sul loro utilizzo tra i giovani distribuendo un questionario.

«Uno dei compiti principali di “Adrenalina” – sottolinea il direttore artistico Ferdinando Colloca – è quello del contatto con un pubblico sempre più vasto. Vorremo offrire ai nostri amici visitatori, artisti e critici, un immaginario arcobaleno dove ognuno possa idealmente collocare la bandiera dei propri desideri e delle proprie aspettative».

Per il programma completo: http://www.adrenalina.roma.it/

26 febbraio 2009

Potrebbe piacerti anche