Al via il Convegno diocesano

L’apertura lunedì 16 giugno alle 19 in Aula Paolo VI con Francesco. Martedì sera riflessioni nei laboratori. A settembre infine gli orientamenti pastorali per l’anno 2014-2015 di R. S.

Il Convegno pastorale diocesano inizia ufficialmente questa sera, lunedì 16 giugno, alle 19, nell’Aula Paolo VI: più di diecimila fedeli della diocesi – tra sacerdoti, religiosi, religiose e laici impegnati a vario titolo nelle parrocchie, nelle associazioni e nei movimenti – interverranno per ascoltare le parole di Papa Francesco. Sarà infatti il Santo Padre a tenere il «discorso introduttivo» ai lavori del Convegno diocesano, che quest’anno sarà incentrato sul tema «Un popolo che genera i suoi figli. Comunità e famiglia nelle grandi tappe dell’iniziazione cristiana».

Prosegue dunque il cammino della diocesi di Roma, dopo che gli appuntamenti degli anni scorsi sono stati dedicati alla pastorale battesimale e post-battesimale. «Il Consiglio dei Prefetti – scriveva infatti il cardinale Agostino Vallini nella lettera di invito del 2 maggio scorso – ha ritenuto di fare un passo avanti portando la riflessione sulle tappe dell’Eucaristia e della Confermazione nell’iniziazione cristiana. È un ambito della pastorale ordinaria sul quale ogni parrocchia sente il bisogno di riflettere per aggiornare contenuti e metodologie al contesto sempre più complesso del tempo presente».

Martedì 17 giugno sono invece in programma i tredici laboratori di studio, a partire dalle 19 nelle sedi della Pontificia Università Lateranense, del Pontificio Seminario Romano Maggiore e del Palazzo del Vicariato. Varie le tematiche a cui saranno dedicati, da «Il mondo della scuola» agli «Altri ambienti di vita reali e virtuali», da «La catechesi fa il posto ai poveri?» a «Gioiosi messaggeri? I catechisti e la loro formazione». La serata conclusiva del Convegno si terrà – ecco la novità dell’edizione 2014 di questo appuntamento per la Chiesa di Roma – il 15 settembre, nella basilica di San Giovanni in Laterano, quando il cardinale vicario Agostino Vallini incontrerà dapprima i sacerdoti e quindi, nel pomeriggio, i catechisti e i laici. Una innovazione, questa della terza serata non consecutiva alle prime due, pensata per garantire una maggiore riflessione su quanto emerso dai laboratori, per recepire le diverse istanze venute fuori nei primi due giorni di Convegno, e su questi basare poi le attività per l’anno pastorale 2014-2015 e per quelli a venire.

16 giugno 2014

Potrebbe piacerti anche