Immigrati: la consulenza legale gratuita dell’Acse

In via del Buon Consiglio lo sportello dove operano gli avvocati che collaborano con l’associazione comboniana di R. S.

Informazione giuridica e legale per stranieri, nomadi immigrati e rifugiati. Prevalentemente non appartenenti all’Unione Europea. È il servizio del tutto gratuito offerto dagli avvocati che collaborano con l’Associazione comboniana servizio emigranti e profughi (Acse) presso lo sportello di consulenza aperto tutti i martedì dalle 18.30 alle 20 in via del Buon Consiglio 19.

Un primo campo di intervento, spiegano dall’Associazione, riguarda la richiesta d’assistenza legale davanti alle questure e ai tribunali amministrativi regionali per ottenere il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno; ma anche davanti alla magistratura, per opporsi ai provvedimenti d’espulsione notificati a coloro che sono privi di regolari documenti, o presso i Centri di permanenza temporanea dove sono trattenuti gli immigrati in attesa d’espulsione.

In più, i consulenti Acse assistono anche gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia che si rivolgono al servizio legale per problemi legati all’alloggio (locazioni e compravendita d’immobili), problemi di carattere familiare (ricongiungimenti, separazioni, divorzi, affidamento di minori) e controversie in materia di lavoro. Un terzo campo d’intervento infine riguarda l’assistenza ai richiedenti lo status di rifugiato politico ai sensi della Convenzione di Ginevra del 1951. Compito del servizio, riferiscono all’Acse, è «garantire l’accompagnamento in questura al richiedente asilo, l’assistenza presso la Commissione centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato e nei casi di diniego di fronte al Tribunale amministrativo regionale, avvalendosi anche della collaborazione di altre associazioni».

In tutti e tre i settori, la consulenza legale è gratuita ed è compito degli avvocati fornire informazioni e, quando necessario, anche assistenza giudiziaria. Per informazioni: tel. 06.6791669, fax 06.6791669, acses@tiscalinet.it.

27 marzo 2006

Potrebbe piacerti anche