Lunedì 6 febbraio, sciopero dei trasporti

Gli orari della protesta che coinvolge bus, tram, metropolitana e le ferrovie della Capitale. Rispettate le fasce di garanzia. Il blocco potrebbe interessare anche le linee notturne tra il 5 e il 6 di Nicolò Maria Iannello

Per 24 ore lo stop del trasporto pubblico locale. Dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 fino a fine servizio di lunedì 6 febbraio è prevista una nuova agitazione che interesserà autobus, tram, le due linee della metropolitana, le ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo.

Indetta dalle sigle Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti, UglTrasporti e Sul, la protesta a Roma coinvolgerà le aziende Atac, Roma Tpl, Agenzia Roma Servizi per la Mobilità e Ogr. A rischio anche le corse delle linee notturne nella notte tra il 5 e il 6 febbraio. Garantite le fasce orarie per i pendolari che potranno usufruire del servizio fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20. A livello regionale, sempre il 6 febbraio e sempre tra le 8.30 e le 17 e poi dalle 20 a fine servizio, previsti rallentamenti anche per le corse dei bus Cotral.

Nella giornata del 6 febbraio inoltre non saranno garantiti i servizi al pubblico dell’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità: lo sportello di piazzale degli Archivi 40; il contact center 0657003 e il numero verde disabili 800154451; il box informazioni della stazione Termini e di Fiumicino e i check-point bus turistici di Aurelia, Laurentina e Ponte Mammolo.

3 febbraio 2012

Potrebbe piacerti anche