Nasce Aleteia, dedicata ai “cercatori della verità”

Inaugurato il network digitale di condivisione e dialogo sui temi della fede, della vita e della società. A curarlo, 45 professionisti sparsi in tutto il mondo. Le pagine sono redatte in 6 lingue di F. Cif.

Visita la rete di Aleteia

Ogni mese circa 55 milioni di ricerche su Google riguardano Dio, 25 milioni Gesù, 37 milioni la Chiesa e 17 milioni la parola “amore”. Per offrire risposte a queste “domande” nasce la rete Aleteia, un network digitale di condivisione e dialogo su questioni di fede, vita e società, dedicato ai “cercatori della verità”, presentato oggi, 20 settembre, al Centro Russia Ecumenica dal presidente Jesus Colina.

La rete, promossa dalla Fondazione per l’evangelizzazione attraverso i media, mette a disposizione le produzioni e i migliori contenuti dei media e delle istituzioni cattoliche di tutto il mondo, iniziando il suo servizio in 6 lingue: italiano, arabo, inglese, francese, portoghese e spagnolo. A coordinare il lavoro, 45 professionisti sparsi nel mondo, tra redattori, traduttori, social media manager ed esperti digitali. Attualmente, sono tre le sedi operative: Roma, Washington e Parigi. Oltre mille partners che già hanno aderito e molti altri stanno dando la loro adesione.

Entra a far parte di Aleteia come direttore generale Andrea Salvati, che lascia Google, dopo sei anni. Parallelamente alla rete dedicata all’informazione e alla condivisione sui temi della fede e della vita, nasce anche Ad Ethic, il primo network di siti cattolici per la raccolta pubblicitaria on line e a sostegno della solidarietà e della carità. Due risorse in più per i 2 miliardi di persone che abitano, ad oggi, le strade di internet.

20 settembre 2012

Potrebbe piacerti anche