Roma Capitale, nuova misura sull’Imu

Grazie a un extragettito il Comune, con l’applicazione del Quoziente Roma, esenterà dal pagamento dell’imposta sulla prima casa 376mila famiglie. Alemanno: «Un risultato storico» di R. S.

Terminato il processo di revisione delle rendite catastali portato avanti da Roma Capitale insieme all’Agenzia del Territorio. Grazie a un extragettito sull’Imu pari a 116,2 milioni di euro il Comune con l’applicazione del Quoziente Roma esenterà dal pagamento dell’Imu 376mila famiglie. Lo ha annunciato questa mattina, venerdì 26 aprile, in Campidoglio il sindaco Gianni Alemanno.

«Oggi – ha detto Alemanno – diamo una notizia molto importante: 376mila famiglie romane, pari al 36% delle prime case, saranno esentate dal pagamento dell’Imu sulla prima casa. È un risultato storico: un segnale che noi diamo alla politica nazionale». La revisione delle rendite catastali, che ha interessato 223.407 immobili siti in zone di pregio di Roma, «ci ha permesso di individuare delle case che venivano sottovalutate, nonostante fossero sostanzialmente case di lusso», ha continuato il sindaco, sottolineando come da qui si sia messa in moto una «politica di equità».

Da questa revisione delle rendite catastali sono entrati nelle casse di Roma Capitale 116 milioni di euro. «Invece di utilizzarli per necessità di bilancio – ha affermato Alemanno – abbiamo scelto di utilizzarli per cancellare l’Imu a 376mila famiglie».

26 aprile 2013

Potrebbe piacerti anche