Scuola, garantiti i fondi per i servizi Aec

Il vice sindaco Belviso e l’assessore De Palo ribadiscono l’impegno economico di Roma Capitale per assicurare i servizi per l’autonomia e l’integrazione di bambini e adolescenti diversamente abili di R. S.

Roma Capitale garantirà ai Municipi l’erogazione dei fondi necessari per assicurare i servizi di Assistenza educativa e culturale (Aec), mirati a favorire l’autonomia e l’integrazione di bambini e adolescenti diversamente abili che frequentano le scuole dell’infanzia comunali e statali, medie e inferiori. Lo dichiarano in una nota congiunta il vice sindaco Sveva Belviso e Gianluigi De Palo, assessore all’Educazione, al termine di un incontro avuto in Campidoglio con alcuni rappresentanti dei genitori.

«Precisiamo – si legge nel testo – che i fondi complessivi messi a disposizione per il 2012 sono aumentati di circa 350mila euro, rispetto agli oltre 22 milioni utilizzati nel 2011. Attualmente stiamo coprendo con risorse straordinarie, in attesa della prossima approvazione del bilancio, l’aumento di fabbisogno che si è registrato nell’ultimo anno».

Ancora, nei prossimi giorni verrà costituita una commissione tecnica congiunta tra il dipartimento alle Politiche sociali e quello della Scuola «per uniformare su tutta la città il funzionamento degli Assistenti educativi, e per ottimizzare le risorse disponibili». Con questo servizio, sottolineano Belviso e De Palo, «Roma Capitale compensa le oggettive mancanze del ministero della Pubblica istruzione che dovrebbe garantire il diritto allo studio a tutti, soprattutto ai ragazzi che ne hanno più bisogno».

26 settembre 2012

Potrebbe piacerti anche