Venticinque milioni per restaurare il Colosseo

La somma messa a disposizione dalla Tod’s SpA, che ha siglato l’accordo con il ministero per i Beni e le Attività Culturali di R. S.

Venticinque milioni di euro per restaurare il Colosseo. La somma arriva da Tod’s SpA: l’imprenditore Diego Della Valle, infatti, ha siglato l’intesa con il ministero per i Beni e le Attività Culturali alla presenza del sindaco di Roma Gianni Alemanno, dell’assessore capitolino alla Cultura Dino Gasperini, del sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro, del commissario delegato Roberto Cecchi (agli interventi urgenti nelle aree archeologiche romane), del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta e del presidente della Regione Lazio Renata Polverini.

In base all’accordo la Tod’s s’impegna a finanziare con 25 milioni di euro il piano degli interventi, elaborato dal commissario delegato e dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma. Il contributo sarà erogato dallo sponsor, o dalla sua fondazione “Amici del Colosseo”, direttamente alle imprese appaltatrici sulla base dell’avanzamento dei lavori. La Soprintendenza speciale assumerà la direzione scientifica e di vigilanza sui restauri.

«Si pone così finalmente rimedio – afferma il sindaco – alle condizioni in cui versa da lungo tempo il più celebre monumento d’Italia». Alemanno ricorda d’aver più volte sottolineato «il bisogno di un intervento sponsorizzato dai privati per rilanciare l’immagine del monumento, perché le risorse pubbliche mancavano».

Verrà anche realizzato un nuovo centro per accogliere la stampa internazionale e migliorare l’accesso (in particolare a giovani, anziani e diversamente abili). L’esclusiva andrà avanti fino ai due anni dopo il termine dei lavori di restauro. Le visite del pubblico non subiranno interruzioni nel corso dei lavori.

25 gennaio 2011

Potrebbe piacerti anche